Finale play off, la Emma Villas Siena da cardiopalmo conquista gara uno

La Emma Villas Siena si prende il primo punto della serie

Cuore Emma Villas Siena. In una gara uno al cardiopalmo, Siena conquista il primo punto della serie contro una Spoleto agguerritissima.

Cichello schiera Fabroni in regia con in diagonale Van Dijk, di banda Vedovotto e Fedrizzi, di centro Spadavecchia e Melo, libero Giovi. Dall’altra parte del campo coach Conti inserisce al palleggio Corvetta in linea con l’opposto Raic, a schiacciare e ricevere Mariano e Bertoli, al centro Zamagni e Van Berkel e libero Di Renzo.

Ad inizio match è Siena che spinge molto sull’acceleratore, con Fedrizzi che si fa subito vedere. Spoleto però rimane incollato al punteggio soprattutto grazie a un buon impatto al match di Mariano e Bertoli, bravo a variare i colpi (5-6). Vedovotto si riprende poi il vantaggio con un doppio ace che vale il time out di coach Monti (8-6). Ma Corvetta, è bravissimo a variare il gioco e serve al meglio i suoi martelli migliori che scappano sul 11-14. Cichello cambia le carte in gioco inserendo Boswinkel e  Bargi. Ma è Fabroni il protagonista del set. Il capitano con anima e cuore forza il servizio, e con due ace si prende la rimonta sul 21-19, ed è poi Vedovotto a mettere la firma sul 25-22.

Spoleto nel secondo set alza i ritmi e si porta avanti obbligando Cichello a chiedere time out, davanti a sé ha una squadra che non riesce a mettere palla a terra, soprattutto Van Dijk. Al suo posto entra Boswinkel. L’inerzia del set è tutto in mano a Spoleto che gioca una pallavolo più fluida, mentre Siena è nervosa con Boswinkel che ci prova ma non basta di fronte ai martelli spoletini che allungano le distanze (11-17). Bertoli in battuta mette in difficoltà Siena e si prende il 15-22, poi sbaglia battuta e riapre la strada a Siena che non la sa, però, sfruttare con Spoleto che chiude il parziale 18-25.

Il terzo parziale è ancora incerto con Siena che alterna bei colpi a errori gratuiti e con un Van Daik ancora sottotono che non dà continuità ai bianco blu, che soffrono di fronte  ad una Spoleto che sembra imprendibile (8-12). Cichello prova a cambiare il gioco con dei cambi, inserendo Graziani e Boswinkel, ma la squadra non va, e Spoleto ne approfitta (10-16). Fabroni e compagni non trovano una via d’uscita, e lo stress si va vedere (13-22). Graziani si prende l’ace sul 16-22, ma Bertoli stoppa Fedrizzi a muro, mentre Melo sbaglia la battuta. La squadra di Monti ha preso perfettamente le misure dei senesi, e chiude con facilità il set 18-25.

Parte meglio nel quarto parziale Siena con Fabroni che chiama subito in causa Van Dijk che si scioglie punto a punto. A dare sicurezza e carica è soprattutto il libero Giovi, che scalda il PalaEstra e dà lucidità ai compagni.  Due ace di Vedovotto obbligano coach Monti a chiedere time out, ma Siena si è risvegliata e prendono fiducia tutte le bocche di fuoco senesi, con un Fedrizzi show che trascina la squadra sul 20-13, prima in attacco e poi dal servizio. Spoleto non molla, così Cichello chiede time out e al rientro in campo Siena ha le idee chiare e chiude il set 25-20.

Fabroni inaugura il quinto set con due ace e accanto a lui la squadra è compatta, ma Spoleto non resta a guardare e prosegue punto su punto (8-8). Bargi rompe l’equilibrio e a a muro si prende due punti importantissimi, lo segue Van Dijk. Ed è proprio lui a chiudere gara uno sul 15-10.

 Simona Sassetti

Estra
Lusini Gas
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Siena Motori
Europa Due
Siena Bureau
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc