Finge una rapina nella sua abitazione

Simula di aver subito una rapina nella sua abitazione

I Carabinieri hanno denunciato una donna, residente a Montalcino, del 1985,  per simulazione di reato. Gli indizi raccolti, infatti, hanno permesso di dedurre che la donna aveva simulato di aver subito una rapina presso la propria abitazione.

Appena rientrata in casa dopo essere andata a prelevare da un bancomat, sarebbe stata tramortita da tergo da degli sconosciuti. Risvegliatasi avrebbe scoperto di essere stata derubata del portafoglio contenente il denaro prelevato. Ma le verifiche compiute sulle telecamere esterne della zona hanno rivelato come nessuno sconosciuto fosse passato in prossimità dell’abitazione che la donna divide con il compagno. Inoltre, dal bancomat citato dalla donna quella mattina non erano stati effettuati prelievi. I controlli compiute presso l’ospedale non hanno consentito di dimostrare lesioni subita dalla donna a causa della presunta botta al cranio e della successiva caduta.

Davanti ai fatti, la donna ha cambiato versione, asserendo che il denaro non era stato prelevato al bancomat, ma le sarebbe stato prestato da un’amica che, sentita successivamente, ha negato di averle prestato denaro.  Il sopralluogo nell’abitazione ove sarebbe avvenuta l’aggressione ha permesso ai Carabinieri di constatare come la  casa non fosse stata messa a soqquadro dai fantomatici malfattori e come gli oggetti in oro non fossero stati sottratti, ma lasciati all’interno del portagioie in camera da letto.

La messinscena attuata dalla donna sarebbe riconducibile alla necessità di giustificare col convivente l’assenza del denaro necessario per pagare la quota parte del canone di locazione di marzo per l’appartamento che divide con l’uomo.

Errebian
All Clean Sanex
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due