Giovanna Barni si è dimessa dalla Chigiana

Per Giovanna Barni si era parlato di conflitto di interessi

Non sono state rese ufficiali le motivazioni che hanno indotto Giovanna Barni a presentare le dimissioni dal consiglio di amministrazione di Accademia Chigiana. Giovanna Barni resta invece nella deputazione amministratrice della Fondazione Monte dei Paschi.

Per Giovanna Barni si è parlato in più occasione di conflitto di interessi per i molteplici incarichi che ricopre. Tra l’altro è presidente e responsabile business development presso CoopCulture, la più grande cooperativa italiana operante nei servizi per l’arte che gestisce oltre 100 musei e biblioteche in Italia (fra cui Palazzo Ducale a Venezia e il Colosseo a Roma).

Giovanna Barni è anche sorella di Monica Barni, ex rettore dell’Università per Stranieri, nominata vice presidente della Regione Toscana.

Sulle dimissioni di Giovanna Barni interviene la Lega Nord con un comunicato.

“Finalmente le logiche familistiche senesi escono allo scoperto con le dimissioni della Barni. Giovanna Barni rappresenta, inoltre, il referente determinate con il terzo voto sui cinque della deputazione amministratrice della Fondazione Monte dei Paschi per il Comune di Siena. Forse tale necessità si è fatta presente a causa dell’obbligatorietà di riscrivere lo Statuto in base alle direttive del Mef, che prevedono appunto la risoluzione dei conflitti di interesse? Ebbene è esattamente quello che la Lega ed alcuni coraggiosi senesi, insieme con il consigliere Marco Casucci, dicono da mesi. Su questa vicenda la Lega aveva infatti inutilmente sollecitato la vicepresidente della Regione Toscana, Monica Barni. Ora le due sorelle dovrebbero almeno fare un esame di coscienza, politica e non solo”.