James, un cammello alle Previsite

Con lui partiranno gli studi per mettere a punto un plasma specifico per i piccoli cammelli

Occhi grandi, mantello bianco morbidissimo, piedi quasi palmati, due gobbe.

Un cammello di tre anni di nome James: è lui che ha incuriosito e distolto l’attenzione dai cavalli del pubblico delle previsite alla clinica veterinari del Ceppo. Mentre al tondino i cavalli giravano sgroppando allegramente, i più curiosi si avvicinavano alla finestra dell’ultimo box della scuderia per vederlo.

Che ci fa un cammello alla clinica? Forse proviene da uno zoo o da un circo, forse sta male. Niente di tutto questo. James resterà al Ceppo perché con lui partiranno gli studi per mettere a punto un plasma specifico per i piccoli cammelli. Si tratta di un farmaco salvavita che Raffaello Ciampoli ha messo a punto per i puledri usando i cavalli da tiro come donatori, e presto partirà la nuova sperimentazione questa volta richiesta espressamente dai paesi arabi dove i cammelli sono allevati e tenuti in grande considerazione.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau