L’assessore Biondi Santi: “Accuse infondate. Strumentalizzazione politica sulla pelle dei bimbi”

La risposta a maestre e sindacati: “Ingiustificato lo stato di agitazione del personale, il Comune non ha preso nessuna decisione”

A commentare la proclamazione dello stato di agitazione del personale dei servizi educativi del Comune di Siena è l’assessore all’istruzione Clio Biondi Santi: “Dispiace sentire accuse sulla presunta perdita di territorialità, sui posti di lavoro soppressi, su insegnanti che finirebbero nelle cooperative che le scuole comunali non avrebbero futuro: è una distorsione della realtà – ha detto a Siena Tv nel replicare alle posizioni assunte da maestre e sindacati (LEGGI QUI: https://www.radiosienatv.it/statalizzazione-nidi-maestre-e-sindacati-senza-conciliazione-non-escludiamo-scioperi/) –  il Miur ci ha detto, durante un incontro avuto a Roma, che prenderebbe solo il personale, per le famiglie non cambia assolutamente nulla – continua – dispiace sentire certe accuse, specie sulla territorialità, il nido e le scuole d’infanzia come ho ribadito sono è un’eccellenza e il personale svolge un grande lavoro. Si fa strumentalizzazione politica sulle pelle dei bambini. L’esternalizzazione? Solo ipotesi, niente di concreto, non è giustificato e fondato lo stato di agitazione del personale, non abbiamo preso nessuna decisione. Mancate assunzioni? Sono in varie tranche, le prossime saranno nel 2020″.

Lusini Gas
Estra
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Siena Motori
Europa Due
Siena Bureau
Golmar Igiene professionale
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc