Lauretana: un avviso per coinvolgere le attività lungo il percorso

Entro il 9 Febbraio le attività dovranno presentare le domande per essere incluse all'interno della guida

Nuovi prodotti editoriali come una versione aggiornata della Guida della Via Lauretana per continuare a promuovere l’offerta turistica di qualità lungo il tratto Siena-Cortona. Questo lo scopo dell’avviso pubblicato all’Albo Pretorio e promosso dal Comune di Siena, capofila della gestione associata del prodotto turistico omogeneo dell’antica Via che vede coinvolte le Amministrazioni di Asciano, Rapolano Terme, Sinalunga, Torrita di Siena, Montepulciano e Cortona, e rivolto a quelle attività produttive situate nei pressi dell’itinerario, in grado di offrire servizi utili ai viaggiatori.

“Un ulteriore passo – ha dichiarato l’assessore al Turismo Alberto Tirelli – che segue la volontà di coinvolgere e promuovere attivamente le imprenditorialità locali attraverso una comunicazione turistica a 360° unendo strumenti cartacei come una guida ad altri digitali, vedi l’ultimo progetto 2.0 che ha visto la realizzazione del sito www.stradedisiena.it, nell’ottica della valorizzazione del nostro territorio come destinazione di eccellenza per un turismo attivo e sostenibile”.

Il progetto editoriale, affidato a Cart’Armata Edizioni Srl, chiama così a raccolta tutte quelle attività produttive che vogliano essere inserite all’interno della guida. Le domande dovranno essere presentate entro il prossimo 9 febbraio direttamente all’azienda responsabile dei contenuti all’indirizzo di posta elettronica: [email protected], che elaborerà le richieste pervenute. Per partecipare all’iniziativa occorre essere in possesso di determinati requisiti legati alla distanza, al prezzo e alla durata di pernottamento.

Nello specifico: essere situati nel raggio di 1 km dal percorso a piedi. Se fuori percorso indicare la distanza e se è disponibile un servizio navetta gratuito dalla località di fine tappa alla struttura e ritorno. Garantire ai viandanti, forniti di credenziale, il soggiorno per almeno una notte a tariffa preferenziale con un tetto massimo di 35 euro a persona a notte, con possibilità di essere ospitati ad un massimo di 35 euro anche singoli. Laddove non sarà disponibile una ricettività con queste tariffe a fine tappa, saranno inserite, all’interno della guida, le realtà più economiche a disposizione, anche se oltre i 35 euro. Il pernottamento, invece, potrà essere anche di una sola notte. Alla richiesta di partecipazione andranno inoltre indicate: la località o frazione in cui si trova la struttura specificando il nome della stessa, la via o piazza con numero civico e non la sede legale, il telefono, l’email, il sito e la chiusura annuale. Nonché il numero di posti disponibili, il prezzo a persona a notte e quello della camera singola, doppia e tripla anche se il costo massimo a persona dovrà rispettare il tetto massimo di 35 euro e quindi una camera doppia da 50 euro costerà 25 euro a persona.