Home Cronaca Lojudice: “Decreto sicurezza bis come omissione di soccorso”

Lojudice: “Decreto sicurezza bis come omissione di soccorso”

0
0

Il vescovo di Siena, monsignor Paolo Lojudice, segretario della Commissione Cei per le migrazioni, a Vatican news: ” Contrario ai valori, ai principi e ai dettami evangelici, a cui noi cristiani, io credo, dovremmo un po’ rifarci”

“Sapore di una propaganda. Questo per me il problema. Tutto questo è ben contrario ai valori, ai principi e ai dettami evangelici, a cui noi cristiani, io credo, dovremmo un po’ rifarci”. Commenta così il decreto sicurezza bis, passato in Senato grazie al voto di fiducia del governo, monsignor Paolo Lojudice, segretario della Commissione episcopale per le migrazioni della Cei, arcivescovo di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino, intervistato da Vatican news. “Il movimento che viene dal Sud è ovvio che va pensato e strutturato, perché abbiamo visto che anche gli eccessi opposti non favoriscono nulla, e probabilmente quella situazione di oggi – io ne sono convinto – è il frutto di una cattiva gestione del flusso migratorio fatta anche negli anni passati. Io direi semplicemente di rileggerci un po’ il Vangelo, e di chiederci come possiamo fare una vera ed intelligente accoglienza, come spesso ha detto il Papa. Anche per distinguere i vari momenti di una situazione del genere: il momento dell’emergenza, il momento dell’accoglienza, il momento del percorso di integrazione, possibilmente non traducendolo solo in termini economici facendo passare l’idea che si aumentano le tasse “per colpa degli immigrati”.