Mes, parla il prof. Unisi D’Antoni: “Salvini si è fatto forza con il nostro appello”

Il docente di scienza delle finanze è tra i firmatari dell’appello anti-Mes: “Era rivolto a forze di sinistra, l’ha utilizzato per i suoi obiettivi”

Via libera alla risoluzione della maggioranza sulle modifiche al Mes, il documento è passato nell’aula di Montecitorio con 291 si e 222 no, mentre al Senato ha ottenuto 164 si e 122 no. E’ stato acceso il dibattito in aula dopo le parole del premier Giuseppe Conte, lo stesso Matteo Salvini, elencando i 31 professori universitari firmatari dell’appello anti-mes, ha detto: “I veri nemici sono gli euro-ottusi”. Tra i firmatari c’è anche il professore di Scienza delle Finanze, Massimo D’Antoni, dell’Università di Siena.

“Salvini ha ritenuto di farsi forza di questo nostro appello – ha detto a Siena Tv – la cosa è paradossale perchè l’appello,per la vicinanza politica di chi l’ha firmato, era rivolto a forze di sinistra. Non ci aspettavamo che l’eco arrivasse da Salvini, l’ha utilizzato per raggiungere il suo obiettivo. Le modifiche al Mes, come ha ben detto il ministro Gualtieri, sono ridotte, ma vanno nella direzione di suggerire che la ristrutturazione del debito e la possibilità del default diventi concreta e previsto nei trattati. Si rischia l’indebolimento del paese, visto il continuo rischio di movimenti speculativi. La perplessità espressa nell’appello è su come si colloca lo strumento nell’attuale quadro di governance dell’unione monetaria, ribadisce impostazione dell’austerità, dei memorandum e dei vincoli. Si continua ad andare su una strada che reputiamo negativa”.

Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau