Morto Kobe Bryant in un incidente d’elicottero: anche Siena piange la sua scomparsa

Forte il suo legame con l’Italia, dove è cresciuto seguendo il padre

La star della Nba Kobe Bryant è morta in un incidente di elicottero in California, nella contea di Los Angeles. Era a bordo del suo elicottero privato con almeno altre tre persone, oltre al pilota. Una scomparsa che commuove tutto il mondo del basket, compreso quello italiano.

Il legame di Kobe con l’Italia era molto forte: il padre ha giocato per anni, tra la metà degli anni ’80 e gli anni’ 90 nel Bel Paese, tra le altre a Rieti, Reggio Emilia e Pistoia, ed in ogni palazzetto “Jellibean”, questo il soprannome del padre, si portava dietro il piccolo Kobe, che è cresciuto in Italia, imparando perfettamente la lingua, caratteristica che lo ha contraddistinto tra i fan italiani, dove per tutti, così come nel resto del mondo, è stato una vera e propria icona di basket e di sport in generale.

Nel seguire il padre, il piccolo Kobe ha fatto tappa anche in Viale Sclavo quando il padre, in maglia ospite, scendeva sul parquet senese nel campionato di A2.

Bryant non ha mai nascosto il suo amore per l’Italia. Spesso infatti tornava nel paese dove è cresciuto, e dove ha anche iniziato a muovere i primi passi nel mondo del basket, soprattutto in vacanza. Nel 2013 scelse la provincia di Siena come meta delle vacanze estive.

 

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau