Moto, la prima edizione di 1000 sassi. 800 km su strade bianche che passano anche nel senese

800 km totali, 3 tappe che attraversano borghi medioevali, antiche cantine e danno la possibilità di godere della cucina tipica toscana

Si è conclusa la prima edizione della 1000sassi, l’evento di moto turismo adventouring non competitivo sulle strade sterrate più belle e panoramiche della Toscana.

800 km totali, 3 tappe che attraversano borghi medioevali, antiche cantine e danno la possibilità di godere della cucina tipica toscana.

Soddisfatto l’organizzatore Daniele Alessandrini: “ questa prima edizione doveva essere fatta nel 2020 ma per via del Covid è stata posticipata di un anno. Un anno di preparazione per organizzare i percorsi, fare gli accordi con i comuni per le partenze e gli arrivi, le strutture ricettive che ospitano i riders, il servizio trasporto bagagli tra una tappa e l’altra per agevolare i partecipanti”.

La prima tappa è stata Figline Valdarno – Volterra passando da Poggibonsi;
La seconda è stata Volterra – Massa Marittima passando da Casciano Terme;
La terza Massa Marittima – Figline Valdarno.

Ogni tappa prevede un punto ristoro organizzato dalle proloco in cui si assaggiano prodotti tipici locali.
Tra i 300 partecipanti spiccano i nomi di Andrea Perfetti giornalista di Moto.it, appassionato di enduro e tester nelle prove di moto da fuoristrada specialistico, e Franco Picco pilota motociclistico che vanta tredici partecipazioni alla Dakar.
A dimostrare la filosofia del senso di gruppo e passione del motociclismo, un episodio avvenuto nella seconda tappa: alla rottura di una pedalina ad un rider che aveva dietro di sè la moglie, Franco Picco ne smonta una dalla sua Yamaha Tenere 700 e gliela monta per continuare il percorso.
“ stiamo già lavorando ai percorsi del prossimo anno” prosegue Alessandrini, “ quasi sicuramente passeremo per la Valdorcia e l’Amiata”

Elena Pianigiani