Muore dopo operazione alle Scotte, medici finiscono sotto indagine

Scattati gli avvisi di garanzia per alcuni professionisti in relazione alla morte di un anziano dopo un intervento di chirurgia vascolare

Omicidio colposo: è l’ipotesi di accusa con la quale la Procura di Siena ha messo sotto indagine alcuni medici dell’ospedale le Scotte. Sono tra i sei e gli otto i professionisti raggiunti oggi da avviso di garanzia. I fatti si riferiscono alla morte di un anziano avvenuta nella prima settimana settembre, dopo un intervento di chirurgia vascolare. L’uomo, a seguito dell’operazione, sarebbe deceduto improvvisamente alcuni giorni dopo. Da qui la denuncia da parte della famiglia, che vuole vederci chiaro e pensa ci siano responsabilità in capo ai professionisti che avevano in cura l’anziano. La Procura ha così avviato l’inchiesta, inizialmente contro ignoti, arrivando ad identificare alcuni soggetti del corpo medico che avevano seguito l’uomo. Solo un mese fa, la Procura senese aveva avviato un altro fascicolo, contro ignoti, a seguito della morte di una 59enne leccese, deceduta al policlinico le Scotte dopo un’operazione alle corde vocali.                C.C