Home Cronaca Nikos Zisis: “Siena rimarrà sempre nel mio cuore. Dispiace per la situazione, i tifosi non meritano tutto questo”

Nikos Zisis: “Siena rimarrà sempre nel mio cuore. Dispiace per la situazione, i tifosi non meritano tutto questo”

0
0

L’ex play mensanino è tornato a Siena, tra l’amore per la città e un commento sulla situazione biancoverde

Nikos Zisis è tornato a Siena, non per tornare a vestire la maglia biancoverde, ma come testimonial d’eccezione per la sezione senese di Lilt, la Lega italiana per a lotta contro i tumori.

Per l’occasione l’ex playmaker mensanino è tornato dopo sette anni nella città che lo ha visto affermarsi per tre volte come campione d’Italia. Una bella emozione per il giocatore, che con la maglia della Mens Sana ha scritto alcune della pagine più importanti della propria carriera.

“Per la prima volta dopo sette anni sono riuscito a tornare a Siena – commenta Zisis – Da quando ho smesso di giocare in nazionale nel 2015 ogni estate ho provato ad organizzarmi per tornare, ma per vari motivi non ci sono mai riuscito fino ad oggi. Sono molto contento di essere tornato con mia moglie e la mia famiglia, per far vedere e rivivere a tutti un posto che per noi è speciale”

Nonostante le tante città e i tanti paesi nei quali Zisis ha vissuto durante la propria carriera, dalla natia Grecia a Russia, Spagna, Turchia e Germania, Siena è la città che più di tutte è rimasta nel cuore del play greco, nella quale ha trascorso tre anni della sua carriera durante i quali ha anche visto la nascita del primo figlio.

“Siena è rimasta sempre nel mio cuore – continua Zisis – sia per il lato sportivo, perché ho avuto l’occasione di giocare in una squadra fortissima che giocava un basket di altissimo livello, che per quello umano e personale, perché qua sono stato molto bene ed è la città dove è nato il mio primo figlio. Per tutti questi motivi Siena rimarrà sempre nel mio cuore”.

La presenza di un grande protagonista degli anni d’oro della Mens Sana non può far altro che accendere ancora di più i riflettori sulla situazione attuale della società di Viale Sclavo, in seria difficoltà dopo appena cinque anni dalla rinascita dopo il fallimento. Una situazione per la quale il playmaker greco si dice dispiaciuto soprattutto per i tifosi, da sempre al fianco della squadra.

“Il mio pensiero va soprattutto ai tifosi – commenta l’ex mensanino – perché ho vissuto in prima persona la forza che la gente dava alla squadra. Mi dispiace molto per la situazione, spero che riescano a trovare una soluzione, perché la città ha bisogno di una squadra, magari non forte come quella di un tempo, ma il pubblico merita una squadra competitiva in serie A.”

 

Andrea Radi