Novantenne aspetta il suo assegno, ma è stato incassato a Napoli. Denunciato partenopeo

Vittima un novantenne di Colle Val d’Elsa

Un novantenne di Colle Val d’Elsa, vedovo, è stato vittima di una truffa.

Avendo cambiato gestore della somministrazione di energia per uso domestico, ha ricevuto dal vecchio fornitore la notizia che, a seguito di calcoli effettuati, gli spettava un rimborso di quasi duemila euro che gli sarebbe pervenuto a breve con assegno circolare.

Dopo un paio di mesi di inutile attesa, l’uomo ha deciso di contattare la società, che nel frattempo non aveva più dato notizie di sè, ed ha appreso che l’assegno non soltanto era stato spedito ma era stato anche riscosso.

L’uomo si è così rivolto ai Carabinieri di Colle Val d’Elsa, che hanno ricostruito il percorso dell’assegno, partendo dalla società che lo aveva spedito per arrivare ad un ufficio postale di Napoli, nel quale l’assegno era stato incassato da un cittadino partenopeo.

L’importo era transitato sul conto corrente di tale soggetto perché per legge non poteva essere percepito in moneta contante. Tale circostanza ha consentito di poter conoscere con certezza sul conto di chi quell’importo fosse andato a finire
Il truffatore è stato quindi denunciato dai Carabinieri per l’utilizzo di un atto falsificato e per ricettazione. I Militari dell’Arma stanno ancora cercando di ottenere dall’amministrazione delle Poste il documento, per poter comprendere se chi lo ha materialmente rimborsato presso quell’ufficio postale avesse o meno potuto desumere che si trattava di un atto falso o artefatto.

Per il momento il novantenne  non è ancora riuscito a ricevere i soldi che gli spettano, ma i Carabinieri continueranno ad aiutarlo affinché sia fatta giustizia.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau