Per il festival siena città aperta “Musica senza barriere – I tesori nascosti della musica senese”

Il 26 febbraio una visita guidata alla Chiesa di Santa Margherita in Castelvecchio precederà il concerto dell’Unione Corale Senese Ettore Bastianini

 

L’Unione Corale Ettore Bastianini apre la sua antica sede, la Chiesa di Santa Margherita in Castelvecchio, il 26 febbraio a partire dalle 15.30, per il progetto “Musica senza barriere – I tesori nascosti della musica senese” all’interno del festival Siena Città Aperta.

La chiesa, situata all’interno del primo agglomerato di Castelvecchio, poggia il fianco proprio sulle muraglie castellane della Sena Vetus, prima cinta muraria della città, all’imbocco di quella che era chiamata Porta Aurea, o di San Quirico. Claudio Bartalozzi illustrerà i tesori in essa contenuti e racconterà la sua lunga e interessante storia: prima chiesa delle Monache di Santa Margherita, poi utilizzata da diverse realtà cittadine, fino al presente che la vede come sede del Coro più antico di Siena.

Dopo la visita guidata, l’Unione Corale Senese Ettore Bastianini offrirà un concerto in tema con il periodo carnevalesco: attraverso le musiche di Rossini, Verdi e Mascagni e alcuni testi di Machiavelli, Lorenzo il Magnifico e Euripide, si raccontano le origini del Carnevale, dalle antiche maschere greche alla modernità. All’interno del concerto non può mancare un omaggio a Ettore Bastianini, nell’anno a lui dedicato.

La chiesa è situata internamente all’edificio Pendola e vi si accede da Via Tommaso Pendola, n. 41. Apertura della sede ore 15.30; visita guidata alle 16 e, a seguire, il concerto accompagnato da un piccolo rinfresco finale.

Sia la visita guidata sia il concerto sono a ingresso libero.

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due