Prenota online un bus per un matrimonio ma è una truffa: denunciato 50enne

Nei guai ex imprenditore dei trasporti, residente a Murlo. A individuarlo i carabinieri

Paga 600 euro di caparra per affittare un pulman ma è una truffa. Autore del raggiro un 50enne grossetano, residente a Murlo, già titolare di una società di autonoleggio operante in Provincia. Pur avendo da tempo cessato l’attività, questi ha lasciato in giro su varie piattaforme delle proposte per il noleggio di auto e minibus, nelle quali è incappato un cittadino che ha prenotato, con tanto di pagamento di caparra per 600 euro, un furgone da 9 posti da affittare in occasione di un matrimonio.

Pagato l’anticipo il furgone non si è mai visto. L’ex imprenditore nei trasporti, ricevuto indebitamente quel denaro, non lo ha più restituito. La truffa ha dunque funzionato e i soldi sono stati percepiti. Individuato dai Carabinieri, l’uomo dovrà pertanto rispondere di truffa aggravata in sede giudiziaria.