Processo ai contradaioli, in aula i video dei fronteggiamenti

Acceso dibattito tra l’accusa e difesa che giudica i filmati parziali e frutto di montaggio e selezione

Importante udienza oggi al tribunale di Siena per il processo ai contradaioli per i fronteggiamenti del Palio dell’Assunta del 2015 tra le contrade di Onda-Torre e Nicchio-Montone. Dinanzi al giudice Ottavio Mosti sono stati prodotti, dopo lungo e acceso dibattito tra accusa e difesa, i video realizzati dalla polizia scientifica in piazza nei momenti successivi alla Carriera, nello specifico quelli riguardanti i tafferugli tra i contradaioli di Onda e Torre, avvenuti tra il Casato e l’ingresso in via Duprè; la pm Sara Faina interrogando la dottoressa Mirella Mannaioli della squadra mobile della Questura di Siena, ha ricostruito le modalità investigative utilizzate dalla Polizia e le varie attività svolte per far luce sui fatti e su come sono stati ottenuti e valutati i vari video, alcuni dei quali amatoriali e recuperati dalla rete, e infine riassunti in un unico file Mp4, mostrato al giudice, che si riserverà di valutarne il peso probatorio. Fra i teste anche Gianluigi Manganelli, del commissariato di Poggibonsi, che in servizio in Piazza quel giorno ha raccontato di come non essere riuscito a contenere gli scontri tra contradaioli a capo del suo gruppo di agenti.

Le difese (presente anche Luigi De Mossi) hanno fortemente contestato sia l’introduzione nel dibattimento dei video, considerati parziali, manipolabili e frutto di montaggio e selezione, che il modo in cui sarebbero stati riconosciuti e individuati i vari imputati (secondo la testimonianza attraverso una fonte confidenziale che avrebbe visionato il video, ma che non era presente in Piazza al momento dei fatti). Aggiornamento al 9 luglio con l’ascolto di un altro funzionario della Questura.

C.C

Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau