Raccolta firme per la riapertura della Sp 5 Colligiana

Nasce un comitato di cittadini dopo la chiusura del ponte: tanti i disagi per lavoratori e residenti

La Provincia di Siena ha disposto la chiusura della Sp 5 Colligiana al km 1+950 in entrambi i sensi di marcia, tra Abbadia Isola e la rotatoria delle Frigge, per lesioni riscontrate al ponte sul Fosso del Graffone. Nasce un comitato di cittadini per monitorare i lavori e chiederne la rapida conclusione.
“A distanza di circa 8 settimane dal provvedimento provinciale – fa sapere il comitato – non è stata data notizia dell’avvio dei lavori e le restrizioni alla viabilità hanno comportato disagi ai residenti delle frazioni e ai lavoratori delle aziende circostanti. La Strada del Casone infatti, segnalata anche dai navigatori satellitari come alternativa alla Sp 5 Colligiana, viene percorsa anche da mezzi pesanti provocando danni all’asfalto oltre ad ingorghi stradali dovuti all’impossibilità per le automobili di scambiarsi. In alternativa il traffico confluisce verso Castellina Scalo intasandone le vie. Cittadini e lavoratori chiedono dunque che vengano qualificati come urgenti e fatti partire i lavori di messa in sicurezza del ponte danneggiato per ripristinare quanto prima la viabilità della Sp 5 Colligiana e che l’amministrazione comunale non si limiti a far rispettare i divieti d’accesso imponendo multe anche ai residenti di Abbadia Isola (come accade per il passaggio da Strada del Casone), ma che intervenga attivamente.
Nell’interesse della collettività, proponiamo la stipula di un Protocollo d’Intesa tra il Comune di Monteriggioni e la Provincia di Siena, affinché il primo inserisca nel piano dei lavori comunale la presa in carico del rifacimento del ponte e renda nota ai cittadini la data entro la quale è previsto il termine dei lavori”.

Fra le forze politiche locali, ad aderire è Monteriggioni Progressista Italia in Comune: “Un’arteria fondamentale per il nostro territorio, ed indispensabile per contenere l’aumento di traffico nel centro abitato di Castellina Scalo ed Abbadia Isola – affermano – Aderiamo perché questi sono i risultati derivanti dall’indebolimento delle province come ente di governo del territorio, riconosciuto attraverso il voto dei cittadini. Abbiamo nei fatti un ente privato del ruolo ma con responsabilità. Sulla base di questo condividiamo la proposta del comitato di facilitare gli interventi attraverso un accordo quadro tra enti”.

Errebian
All Clean Sanex
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due