Rapinò bar minacciando la cassiera armato di forbici: 47enne a processo

Il fatto avvenne a Monteroni d'Arbia nel luglio 2019: bottino da 60 euro. In aula la testimonianza della cassiera, rimasta sotto choc per l'accaduto, e del titolare del bar che ha ammesso di essere fuggito. Difesa dell'imputato chiede una perizia psichiatrica

Rapina in un bar armato di forbici: un 47enne di Monteroni d’Arbia, che fece irruzione nel locale minacciando una cassiera, è finito a giudizio con l’accusa di rapina aggravata. Il fatto risale al luglio 2019. Oggi in aula è stata ascoltata la parte offesa, che rimasta sotto choc per l’accaduto, in lacrime ha raccontato i fatti, corroborati anche dalle immagini della videosorveglianza del locale mostrate in aula; a testimoniare anche il titolare del bar, che ha riferito di essere fuggito al momento della rapina. Il rapinatore, già noto alle forze dell’ordine per altri furti, dopo aver tentato di ottenere soldi dallo sportello di una banca, entrò nel bar armato di forbici e portò via 60 euro. Fu poi rintracciato e arrestato dai carabinieri. La difesa, nel sostenere che in quel momento non fosse in grado di intendere e di volere, ha chiesto una perizia psichiatrica.

C.C