Robur-Reggiana: pena di otto mesi per un tifoso bianconero

Il tifoso è stato accusato di invasione del terreno di gioco al termine del caldissimo quarto di finale dei Playoff 2018

Mano pesante del tribunale di Siena nei confronti di un tifoso della Robur, contradaiolo, coinvolto nei disordini del 3 giugno 2018, quando allo stadio Franchi si giocava l’infuocato quarto di finale playoff tra i bianconeri e la Reggiana, sfida finita 2-1 in favore dei padroni di casa con un gol di Santini su un contestato rigore nei minuti finali, che ha spedito la Robur in semifinale contro il Catania.

Il giudice Chiara Minerva ha inflitto una pena di 8 mesi a un sostenitore senese, accusato di invasione di terreno di gioco in occasione di manifestazioni sportive, reo di aver scavalcato il cancello della curva per entrare in campo alla fine del match, quando gli ultras reggiani fecero irruzione sul rettangolo verde in preda alla rabbia per il ko subito: una condanna pesante che farà certo discutere visto che la richiesta del pubblico ministero era stata di 3 mesi e la gran parte degli altri tifosi senesi finiti a giudizio per lo stesso reato (in totale 17) sono stati assolti.