Sconfitta pesante per la Mens Sana: Fucecchio passa al PalaEstra

Gli ospiti passano nel finale grazie alla maggiore lucidità. Una sconfitta che complica i piani Playoff della Mens Sana

NAMED MENS SANA SIENA – FOLGORE FUCECCHIO 71-76 (17-15; 35-31; 49-50)

MENS SANA: Carapelli ne, Monnecchi, Perin 11, Pannini 9, Iozzi 6, Sprugnoli 5, Giorgi ne, Manetti ne, Chiti 17, Sabia 2, Collet 13, Monacelli 11. All. Binella

FUCECCHIO: Falchi 13, Berni 25, Gazzarrini 7, Pandolfi ne, Masotti 2, Soriani 8, Doveri, Tessitori 2, Gueye 8, Orsucci, Meacci 11. All. Rastelli

Sconfitta pesante per la Mens Sana, che nello scontro diretto per i Playoff cade al PalaEstra contro Fucecchio per 71-76, raccogliendo la quinta sconfitta consecutiva, la quarta nella Poule A, che vede i biancoverdi ancora a secco. Una partita difficile per la Named, a causa dell’intensità di Fucecchio, brava a non mollare sui parziali Mens Sana e più lucida nel finale. Una sconfitta che, unita a quella dell’andata e all’ultima a Carrara, complica di molto i piani dei biancoverdi che, a quattro punti di distanza e con lo scontro diretto a sfavore con Fucecchio, sono ora costretti a lottare con il Costone per l’ultimo posto disponibile per i Playoff.

LA CRONACA
Parte forte la Mens Sana, pungendo in difesa e affidandosi in attacco al gioco vicino a canestro di Chiti e alle penetrazioni di Monacelli. Arriva subito però la reazione di Fucecchio, che si porta avanti (6-11) con i canestri di Berni e la presenza a rimbalzo di Gueye, fattore su entrambi i lati del campo. A metà primo quarto entra Perin, al suo esordio ufficiale in maglia biancoverde, e ha subito un impatto importante: due triple e tanta difesa per il nuovo vantaggio Named. Berni si carica gli ospiti l’attacco ospite sulle spalle, ma la triple di Sprugnoli e i liberi di Pannini permettono ai padroni di casa di chiudere la prima frazione avanti 17-15.

Il secondo quarto si apre con un parziale Fucecchio: 0-7 con i canestri di Falchi (17-22). La Mens Sana incassa ma reagisce subito, e risponde con un controparziale nutrito dai canestri di Chiti, impattando a quota. Le squadre procedono di pari passo, con i biancoverdi che provano ad allungare e gli ospiti bravi a restare attaccati alla partita. Coach Binella prova diverse mosse tattiche, dal “quintettone” con Collet, Sprugnoli, Perin, Iozzi e Chiti alla zona 2-3, che non danno però i frutti sperati. La stazza di Tessitori mette in difficoltà i lunghi biancoverdi, ma il suo 0/5 ai liberi e il fallo antisportivo fanno male a Fucecchio, che subisce un mini allungo Mens Sana che manda le squadre negli spogliatoi sul 35-31.

Al rientro in campo dagli spogliatoi la Mens Sana parte forte. In difesa subisce 2 soli punti nei primi 4 minuti, mentre Pannini crea il panico nell’area di Fucecchio, con tre penetrazioni che valgono i 6 punti del +9, 42-33. Fucecchio si sveglia con la tripla di Soriani; dopo un ottimo avvio i biancoverdi sembrano perdere ritmo nel gioco, e Fucecchio è pronta a prendere in mano le redini dell’incontro e tornare sul -1 (42-41) grazie a un parziale di 0-8. La partita è importante per entrambe, gli animi si surriscaldano e iniziano a volare tecnici. Il timeout di coach Binella ha effetto: Iozzi spezza parziale con un bel movimento in post, e i biancoverdi tornano a macinare gioco offensivo, ma Fucecchio pare più determinata nel finale, e con il gioco da tre punti di Meacci e i due liberi di Berni chiude la terza frazione avanti 49-50.

La tripla di Falchi apre l’ultimo quarto e porta Fucecchio a due possessi di vantaggio, ma la Mens Sana reagisce subito con i canestri di Collet e Monacelli, impattando a quota 58. La linea dei 6.75 è fortunata per Fucecchio, che punge ancora con la tripla di Soriani. La Named rimane attaccata alla partita ed effettua il sorpasso con la tripla di Monacelli (65-63). La gioia per i biancoverdi casalinghi dura però poco: sul ribaltamento di fronte Berni risponde dai 6.75 e nell’azione successiva allunga dalla lunetta, raggiungendo quota 20 nella partita. I biancoverdi si affidano spesso al gioco spalle a canestro di Sprugnoli, che apre spazi soprattutto per Chiti, bravo a prendere falli e convertire dalla lunetta: sono suoi, dopo la tripla di Perin, i liberi del pareggio a quota 71. Entrati nell’ultimo minuto Monacelli sbaglia il jumper del possibile vantaggio, mentre Berni segna e porta di nuovo avanti i suoi. I tentativi della Mens Sana non vanno, mentre il play di Fucecchio (il migliore dei suoi con 25 punti, compresi quelli decisivi nel finale) è perfetto dalla lunetta e consegna la vittoria agli ospiti per 71-76.

Andrea Radi