Sielna-Nannini si aggiudica all’asta le Giubbe Rosse

Filcams Cgil Firenze:  “Finalmente l’omissione di soccorso è terminata”

Alla quarta asta è stato acquistato lo storico caffè letterario fiorentino Giubbe Rosse, nella centralissima piazza della Repubblica a Firenze, luogo di incontro, nel corso del ‘900, di poeti, artisti e intellettuali tra i quali Marinetti e i futuristi, e poi Montale, Quasimodo, Saba, Gadda e Vittorini.

In meno di un anno Sielna, sotto la guida dei manager Cataldo Staffieri e Maxim Constantin, ha prima acquisito il gruppo Nannini, storico marchio dell’industria dolciaria senese, con un piano di investimento da 70 milioni di euro complessivi , e altri locali a Siena, per poi sbarcare a Firenze prima con Scudieri e poi con la gestione della caffetteria di Palazzo Pitti, mentre a Milano ha rilevato il ristorante Valentino Vintage. Nei mesi scorsi era stato ipotizzato anche un interessamento per Pernigotti, ma fin qui le voci non hanno trovato un seguito.

L’aggiudicazione dopo tre aste infruttuose delle Giubbe Rosse, arrivato a un passo dalla chiusura, è accolta con soddisfazione dalla Filcams Cgil di Firenze, secondo cui «adesso si riaccende una luce per Firenze intera, e al contempo la Filcams vuole essere protagonista del rilancio del caffè letterario insieme ai lavoratori, per mantenere anche il valore storico nel centro della città purtroppo indebolito dalla chiusura di alcuni importanti marchi storici nel tempo».

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due