Siena: alloggi e proprietà, mozione di Lega e Forza Italia per agevolare i cittadini delle fasce meno abbienti

Aree P.E.E.P. mozione dei consiglieri Orazio Peluso e Davide Dore per chiedere la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà e soppressione vincoli del diritto di proprietà

Presentata ed all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale di Siena del giorno 29 Luglio, la mozione dei Consiglieri Orazio Peluso del gruppo Forza Italia (primo firmatario) e Davide Dore del Gruppo Lega sulle Aree P.E.E.P. per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà e soppressione vincoli del diritto di proprietà.

La proposta operativa, contenuta nella mozione, al ricorrere di precise condizioni, si rivolge ai titolari di unità immobiliari assegnate in diritto di superficie su aree PEEP, che abbiano già trasformato il loro diritto in diritto di proprietà e intendano quindi ora operare la  rimozione dei residui vincoli convenzionali di godimento; ai titolari di unità immobiliari assegnate in diritto di proprietà su aree PEEP, che intendano operare la rimozione degli ulteriori residuali vincoli convenzionali; ai titolari di alloggi di edilizia convenzionata, (art.18 DPR 380/01) che intendano operare la  rimozione dei residuali vincoli convenzionali.

“Con la mozione – si legge – si impegnano  Sindaco e Giunta Comunale, avvalendosi delle facoltà concesse dall’Art.31 della Legge 23.12.1998 n. 448 a promuovere per tutti i proprietari di alloggi di edilizia economica e popolare localizzati sul territorio Comunale, una nuova iniziativa, volta a trasformare il diritto di superficie in diritto di proprietà e a sopprimere definitivamente quei vincoli convenzionali gravanti sugli alloggi costruiti su aree cedute in diritto di proprietà antecedentemente alla entrata in vigore della legge 17 Febbraio 1992 n.179. Quindi quale obiettivo primario, agevolare i cittadini delle fasce meno abbienti alla conquista del pieno diritto di proprietà del proprio alloggio, avendo cura di prevedere: Totale autonomia del proprietario dell’alloggio rispetto alle scelte degli altri condomini; Che gli atti oggetto di rimozione dei vincoli, siano stipulati direttamente dal Segretario Comunale, lasciando così a carico dei cittadini aderenti, le sole spese per diritti di segreteria, imposta di registro e tassa ipotecaria; Riduzione del 10% sul totale da corrispondere, per coloro che aderiranno alla proposta entro 12 mesi dall’inizio della procedura; Proporre, agli Istituti di Credito del territorio, di mettere a punto particolari condizioni creditizie, per accedere a prestiti con tassi agevolati per gli interessi da corrispondere, e a tempi di restituzione da adattare in base alle esigenze dei cittadini che aderiranno a tale iniziativa;  Incentivi e misure di semplificazione per i Cittadini in tema di abitazioni realizzate in Aree Peep. Sulla base di specifiche normative, gli alloggi costruiti in Aree peep sono affidati in diritto di superficie per 99 anni o in diritto di proprietà. Sempre la normativa consente di cedere in proprietà le Aree Peep già concesse in diritto di superficie e di liberare dai vincoli gli immobili concessi in diritto di proprietà, in cambio di un corrispettivo. Nel corso degli anni, sono stati portati a termine molti procedimenti di trasformazione, poi però il numero si è ridotto ed è diminuito in maniera evidente con l’inasprirsi del mercato immobiliare ed anche per la modifica della modalità di calcolo del corrispettivo da pagare. Se la mozione sarà approvata, ci sarà una possibilità concreta per i cittadini che, se vorranno, troveranno maggiore convenienza nell’operazione ed un corrispettivo da pagare più basso”.