Siena – Entella 1-0, Guberti: “E’ stata la nostra vittoria migliore”

In conferenza stampa ha parlato anche il capitano bianconero Stefano Guberti, che ha parlato della settimana vissuta dal Siena: “Ci tenevo ad essere qua perché nell’ultima settima ci sono state tante cose dette che non mi sono piaciute. Vi voglio dire il mio pensiero. In settimana sentire la pressione su questa squadra non è positivo. Noi non ci possiamo comparare alle squadre che possono vincere il campionato. Siamo partiti dopo, ma questo non vuol dire che si deve fare un campionato anonimo, ma altre squadre sono avanti a noi su molti livelli. Quindi mi fa piacere vedere che la squadra soffre e lotta. Quella di oggi è stata forse la nostra vittoria più bella perché ho visto molto unità. Vorrei che ogni partita andasse come quelle che abbiamo vinto, ma ogni partita a storia a se”. Guberti porta l’esempio della Reggiana: “Ci vuole ancora del tempo e una maturazione da parte di tutti. Non possiamo essere una squadra come la Reggiana ancora. Abbiamo bisogno di tempo per arrivare al loro livello”. Infine il capitano bianconero conclude il suo intervento proteggendo i giovani: “Io mi preoccupo per i ragazzi più giovani che possono sentire più pressione. Io li voglio tutelare perché devono avere tempo per crescere. Io sono onesto nel dire che si poteva fare qualcosa di più tipo con Fermana e Pistoiese, però con il Teramo abbiamo fatto fatica, ma abbiamo vinto. Noi oggi siamo stati li e abbiamo tenuto botta. Così possiamo diventare una squadra fastidiosa. Se arriviamo ottavi o noni sono il primo ad essere deluso”.