Apparentamento Valentini-Piccini, De Mossi: “Voi volete le poltrone, io il cambiamento e per questo vi manderò tutti a casa”

Il candidato a sindaco Luigi De Mossi commenta l’apparentamento tra Piccini e Valentini, ma non si pronuncia ancora su un eventuale accordo tra il centro destra e le liste che al primo turno hanno appoggiato Massimo Sportelli.

Si avvicina il termine massimo per presentare gli eventuali apparentamenti, previsto per le 12 di domenica e così abbiamo chiesto a Luigi De Mossi di commentare il probabile accordo che vedrebbe la lista Per Siena, guidata dall’ex Sindaco Pierluigi Piccini, appoggiare la candidatura di Bruno Valentini.

“Era il destino inevitabile del groviglio armonioso che si riuniva sotto mentite spoglie sotto questo finto contratto di programma” ha affermato De Mossi “Sono tornati tutti dov’erano all’inizio, ma per loro è l’inizio della fine.”

Per quanto riguarda invece gli eventuali accordi e apparentamenti  in cui il centro destra potrebbe essere coinvolto, in particolare con le liste che hanno appoggiato al primo turno Massimo Sportelli, l’avvocato ha dichiarato” Il problema è degli elettori, non delle liste. Io chiedo a tutti gli coloro che hanno votato per quello che si è rivelato essere il novello groviglio armonioso di riflettere per capire dove sia il cambiamento e dove la palude. E’ molto facile scegliere oggi,il cambiamento che significa lista pulita di Luigi De Mossi oppure la palude, che sono quei signori che hanno contribuito tutti a distruggere questa città.”

 

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Siena Motori
Europa Due
Siena Bureau
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc