Assenza di segnale a Brenna, TIM precisa: “Servizio regolare”. Gugliotti: “Ci stiamo lavorando”

La società risponde precisando come i ripetitori presenti sul territorio di Sovicille siano tutti regolarmente funzionanti e la connessione internet rispetti gli standard garantiti

“TIM desidera precisare che i ripetitori presenti sul territorio di Sovicille sono tutti regolarmente funzionanti e non risultano negli ultimi tempi variazioni da un punto di vista di qualità del segnale di telefonia mobile”. Così la società di telefonia è intervenuto in risposta alla situazione denunciata dai cittadini di Brenna, come illustrato nell’articolo pubblicato ieri.

“TIM precisa inoltre che la prevista rimozione del ripetitore di Orgia, al momento pienamente operativo, si renderà necessaria non per volontà aziendale, ma per la risoluzione contrattuale richiesta dal proprietario del sito che ospita l’antenna. TIM sta collaborando attivamente con il comune di Sovicille, nella persona del sindaco Giuseppe Gugliotti, per trovare al ripetitore una nuova collocazione che rispetti i vincoli paesaggistici della zona e possa fornire il miglior servizio all’utenza”. E proprio il sindaco Gugliotti è intervenuto ai microfoni di Siena Tv sulla vicenda, sottolineando come “La questione del vincolo paesaggistico limita molto, perché l’antenna è sempre un’installazione impattante, per cui va trovato un punto con la Sovrintendenza che riesca ad avere l’autorizzazione”.

Il problema riguarda tanto la telefonia quanto il segnale internet, isolando di fatto la zona da qualsiasi tipo di comunicazione. Anche in questo caso, TIM precisa come “non ha evidenza di guasti generalizzati attualmente presenti nel territorio comunale e, per quanto riguardo la rete Adsl, sottolinea che le prestazioni delle connessioni rispettano gli standard tecnologici e la velocità garantita dai minimi contrattuali, questi ultimi da non confondersi con le velocità massime nominali”.

La società di telefonia sottolinea comunque di rimanere a disposizione dell’amministrazione comunale per approfondire le tematiche, e proprio il comune di Sovicille si sta muovendo per trovare una soluzione, anche se, come precisato da Gugliotti, “Non conosciamo le tempistiche. Noi abbiamo individuato un punto che dovremo verificare la prossima settimana. Se fosse una soluzione praticabile la percorreremo, chiaramente con tutti i tempi necessari”.