Badante ruba 15mila euro ad anziano e si compra un’auto

In manette un giardiniere 53enne di Chianciano Terme, si era approfittato della debolezza di un anziano

Approfitta della debolezza dell’anziano cui fa da badante per rubargli 15mila euro dal conto corrente, e ci compra una macchina: finisce in manette. I carabinieri, alle 06.30 di oggi a Chianciano Terme, hanno dato esecuzione a un decreto di sospensione cautelativa della misura dell’affidamento in prova al servizio sociale, derivante da condanne per altri reati, emesso dei giorni precedenti dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Siena, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un 53enne italiano, residente nella città termale, celibe, giardiniere.

Stando a quanto ricostruito a seguito di una denuncia fatta alla Polizia Municipale da alcuni familiari di un 75enne nato a Chiusi ma residente a Chianciano, e alle successive indagini sui movimenti bancari condotte dai carabinieri, nel periodo del lockdown l’uomo aveva isolato la vittima dai propri congiunti, e approfittando della propria mansione di badante dell’anziano e considerata l’incapacità di operare dello stesso, aveva prelevato illecitamente in più occasioni circa 15.000 euro, coi quali aveva tra l’altro acquistato un’auto, compiendo pertanto nei confronti della vittima il reato di circonvenzione di incapace.

Dopo la cattura l’arrestato è stato condotto alla caserma dei carabinieri di Chianciano per la redazione dei verbali delle operazioni compiute, e successivamente tradotto al carcere di Santo Spirito a Siena.