Borghi (Lega Nord) picchia duro: “Mps e Rossi, giudici ed Europa vergognosi”

Il consigliere regionale della Lega Nord tuona su Mps e caso Rossi

“Un’Europa che vuole sempre più sangue dalla nostra gente fa da contraltare a certa magistratura che dimostra di aver sbagliato mestiere, dal momento che in presenza di dettagli determinanti a favore della tesi secondo cui David Rossi potrebbe essere stato vittima di omicidio, si volta dall’altra parte chiedendo una paradossale archiviazione. Giudici ed Europa semplicemente vergognosi, che proprio sul disastro Monte dei Paschi hanno dimostrato ampiamente di non saper esercitare il minimo e dovuto controllo”. Lo afferma Claudio Borghi Aquilini, responsabile economico della Lega Nord e portavoce dell’opposizione nel Consiglio regionale della Toscana, intervenendo “duramente sulle ultime notizie riguardanti il Monte dei Paschi, per cui l’Antitrust dell’Ue ha chiesto il dimezzamento dei dipendenti, e sulle indagini per la morte di David Rossi”. “E non contenta, ora l’Ue pretende di imporsi su Siena in modo salomonico indicando le migliaia di persone che possono restare al lavoro e le altre migliaia che invece devono finire per la strada? Ogni tanto il silenzio converrebbe anche agli inquilini indesiderati e mai democraticamente legittimati di Bruxelles”, aggiunge Borghi Aquilini.

Alle dichiarazioni di Claudio Borghi fa seguito il commento del commissario della Lega Nord di Siena, Marco Figura: “Da quando in qua si chiede l’archiviazione di un’inchiesta, certificando l’ipotesi del suicidio come unica ragionevole, ammettendo al tempo stesso la presenza di un’infinità di dettagli che portano a ritenere che quello di Rossi sia invece omicidio? Questo è ciò che sta accadendo a Siena, e i dubbi anziché dipanarsi s’infittiscono: quali interessi stanno prevalendo?”

Lusini Gas
Estra
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Siena Motori
Europa Due
Siena Bureau
Terre Cablate
Centro Farc
Chianti Banca