“Buco” all’ università, assolti gli ex rettori Tosi e Focardi

La sentenza sul “buco” all’ateneo di Siena

Sono stati assolti gli ex rettori Piero Tosi e Silvano Focardi nel processo per il “buco” all’Università di Siena. Focardi però è stato condannato a 6 mesi per abuso di ufficio relativo ad un contratto irregolare legato all’ex direttore amministrativo Emilio Miccolis, condannato a sua volta a 7 mesi sia per abuso d’ufficio sia per peculato. Già annunciati i ricorsi in appello. Assolti l’ex direttore Bigi, Caronna e i sindaci revisori. Il procedimento era iniziato con le indagini per l’ammanco economico nei conti universitari di circa 200 milioni maturati in 5 anni, tra il 2003 e il 2007: un “buco” portato alla luce da un’inchiesta del “Corriere di Siena” quasi dieci anni fa. “Le dichiarazioni – scrive oggi lo stesso quotidiano nell’edizione on line –  rese davanti al Collegio giudicante da parte di Salvatore Interi e Monica Santinelli, dirigenti della ragioneria e grandi accusatori di Tosi e Focardi che avevano patteggiato nel 2013 rispettivamente 15 e 14 mesi di reclusione, sono state ritenute false. Il verbale del 17 febbraio 2015 è stato disposto alla trasmissione in procura per capire se sono stati commessi ulteriori reati. Lo stesso verbale sarà inviato all’università”. Dodici le persone imputate tra cui gli ex Rettori Tosi e Focardi. Oltre un centinaio le persone chiamate a testimoniare nei tre anni di indagini. I primi accertamenti presero il via in seguito ad un esposto dell’allora Rettore Silvano Focardi, insidiatosi dopo le dimissioni di Piero Tosi. Nel pomeriggio è attesa la sentenza. Il Pm Nastasi aveva chiesto 4 anni per gli ex rettori imputati e 6 anni per i revisori dei conti.