Cambiamento climatico, agricoltura, alimentazione e stili di vita nella lezione del premio Nobel Riccardo Valentini all’Università di Siena

Aperta l’edizione 2017 del corso interdisciplinare in “Sostenibilità”

Quali sono i limiti per l’equilibrio del pianeta prima di arrivare ad un punto di non ritorno?

Con questo interrogativo Riccardo Valentini, membro dell’Intergovernmental Panel On Climate Change – IPCC, il Comitato per i mutamenti climatici delle Nazioni Unite, e premio Nobel per la pace nel 2007 insieme all’ex vicepresidente americano Al Gore per il suo impegno nella difesa dell’ambiente, ha aperto questo pomeriggio la lezione inaugurale del corso interdisciplinare in “Sostenibilità” dell’Università di Siena.

Secondo Valentini, che ha presentato i dati scientifici di numerose ricerche, molti di questi limiti sono già stati superati: quelli sul cambiamento climatico legato alle emissioni di CO2, quelli sulla deforestazione tropicale, quelli legati all’agricoltura, all’alimentazione e agli stili di vita. Valentini ha parlato di come l’uso eccessivo delle risorse degli ultimi decenni abbia accelerato le pressioni sul pianeta, aprendo diversi scenari per il futuro su cui è necessario riflettere. Tanti dunque i temi affrontati nella prima lezione del corso in Sostenibilità, nell’ottica di una visione ampia e di insieme che ha coinvolto gli studenti nel partecipato dibattito finale, con domande, curiosità e richieste di approfondimento.

Il corso, giunto con successo alla sua quarta edizione, intende affrontare il tema complesso della sostenibilità nei suoi numerosi aspetti, da quelli ambientali, con in primo piano gli accordi sul clima di Parigi COP21, ma anche quelli economici, giuridici, energetici, urbanistici e sociologici.

“Considerando complessivamente le edizioni precedenti – ha detto il professor Simone Bastianoni, responsabile del corso – abbiamo raggiunto un totale di circa 700 studenti che già hanno seguito le lezioni interdisciplinari sullo sviluppo sostenibile. Vogliamo che gli studenti dell’Università di Siena siano riconoscibili come ambasciatori di sostenibilità e possano esportare il fare sostenibile”.

Tutte le informazioni sul corso sono on line: http://www.dsfta.unisi.it/it/didattica/sostenibilita

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Golmar Igiene professionale
Siena Bureau
Chianti Banca
Centro Farc