“#Chiusiincasa”: ordinanza anti Covid-19 emanata dal sindaco Juri Bettollini

Il sindaco di Chiusi Juri Bettollini ha emanato un'ordinanza con misure restrittive per contribuire al contenimento del Covid-19

Il sindaco di Chiusi Juri Bettollini ha emanato un’ordinanza con misure restrittive per contribuire al contenimento del Covid-19:

“Fatta salva la norma generale che ci consente a tutti noi di uscire dalle nostre abitazioni per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o motivi di necessità, al fine di contribuire a concorre alla riduzione della propagazione del Covid – 19 nella nostra Città ed in considerazione al fatto che il contagio è favorito dai rapporti interpersonali, da adesso e fino al 25 marzo compreso. il Sindaco ORDINA:

1. ad Enti, Imprese, Banche, Assicurazioni, Associazioni, Sindacati, Agenzie e Uffici di Consulenza che effettuano attività di sportello, in attuazione del senso di responsabilità richiesto in questa fase di emergenza, di limitare al massimo la presenza fisica delle persone (dipendenti e utenti) all’interno degli uffici e a garantire l’erogazione dei servizi professionali attraverso modalità alternative alla presenza fisica, come comunicazioni PEC e mail, comunicazioni telefoniche e prenotazioni telefoniche, in modo da contingentare gli accessi ai locali;

2. a tutta la cittadinanza di osservare in qualsiasi luogo il divieto di assembramento;

3. di autorizzare per l’approvvigionamento dei generi alimentari e di prima necessità lo spostamento di un solo membro per nucleo familiare;

4. di inibire l’accesso a tutti i parchi, giardini, aree gioco del territorio comunale nonché le sponde fruibili intorno al lago di Chiusi;

5. la chiusura di tutti i fontanelli di acqua pubblici nonché le quattro“casine dell’acqua” di Chiusi Scalo, Chiusi Città, Macciano e Montallese;

Si ricorda inoltre che, seppure nel caso di limitata presenza fisica, dovranno essere garantite modalità organizzative prescritte per il contenimento del virus tra cui:

a) L’osservanza della distanza interpersonale tra le persone pari ad almeno 1 metro

b) La messa a disposizione a utenti e dipendenti di disinfettante per l’igiene delle mani e l’effettuazione frequente di idonea disinfestazione delle superfici e degli arredi

c) L’esposizione in bella evidenza di avvisi contenenti le misure di igiene e profilassi che le persone devono osservare

d) La fruizione, per quanto possibile, di ferie e congedi del personale non strettamente indispensabile ai fini dell’attività lavorativa

Si invitano tutti gli esercizi commerciali ancora in attività di promuovere e favorire consegne a domicilio.

Si richiama, infine, PER TUTTA LA CITTADINANZA, la precauzione generale e obbligatoria di osservare in qualsiasi luogo il divieto di assembramento. In particolare si ricorda che l’attività motoria è consentita ma nel rispetto dell’obbligo di non creare assembramenti, di eseguire l’attività da soli o al massimo con la propria famiglia, eliminando ogni tipo di rapporto interpersonale con terze persone”.