Clamoroso, si dimette il commissario della Lega Nord Marco Figura: “Impossibile un’alleanza a Siena con Forza Italia”

Figura: “No a imposizioni dall’alto, impossibile alleanza con Forza Italia a Siena, i militanti ci chiedono altro”

Nella giornata di inaugurazione della sede comunale e provinciale di Forza Italia a Siena, il partito di Berlusconi, con i suo esponenti nazionali (Nunzia De Girolamo), regionali (Stefano Mugnai) e locali (Lorenzo Lorè e Alessandro Managelli), ha parlato espressamente di alleanza con gli altri partiti del centrodestra in vista delle politiche e soprattutto delle comunali 2018. Lega Nord e Fratelli d’Italia, dunque, poi “apertura verso le liste civiche”. Ma all’indomani arriva subito una decisione clamorosa. Il commissario comunale della Lega Nord Marco Figura rassegna le dimissioni: non è d’accordo con un’ipotesi di alleanza di questo tipo.

“Si stanno delineando – spiega lo stesso Figura in esclusiva ai microfoni di Radio Siena Tv –   delle dinamiche e delle prospettive che io condivido. Con Claudio Borghi in regione e in città a Siena abbiamo seguito una linea ben precisa, della alternativa vera per tagliare con il passato che ha bene o male distrutto la città. Avevamo chiesto al commissario provinciale e in accordo con tutti i militanti della sezione cittadina di Siena di non partecipare alla presentazione della sede provinciale di Forza Italia in veste ufficiale, ma solo in amicizia e valutare cosa potesse essere detto, anche in merito alle prospettive future. Oggi mi viene detto che le alleanze vengono decise a Firenze (cioè da segretario regionale Vescovi, ndr): non posso accettare diktat, non è la prima volta che vengo scavalcato, ma non posso tollerarlo e non posso delegare e derogare, devo prendere una decisione che tuteli il mio lavoro. In questi sei mesi sono stato bersagliato da persone alle quali penseranno le forze dell’ordine. Ho subito, per il lavoro che ho fatto, attacchi vergognosi e personali su famiglia, lavoro, credibilità e onorabilità di tutti i colori, senza mai rispondere nel rispetto di Siena e del movimento, per non creare ulteriore bagarre. Mi sembrava che ce ne fosse abbastanza”.

“E’ questa l’ultima mia azione da commissario cittadino – sottolinea Figura – Che piaccia o meno sono di Siena, i miei parenti sono di Siena. Non posso ammettere che il mio partito agisca contro il volere stesso di Matteo Salvini, che dice che sono i territori a dover decidere candidati e alleanze. A Siena pare impossibile, prendo questa decisione definitiva e irrevocabile di lasciare. Credo ancora una volta di seguire la vera vocazione della Lega Nord e della vera alternativa di questo paese, avendo sempre presente questi principi. Lascio la mano ad un altro, a qualcuno che spero che faccia quello che ho fatto io, anche perché poi i militanti sono quasi tutte, sono sicuro, sulla mia stessa linea”.

“Forza Italia? – chiude Figura – Parlo e dialogo con tutti, quando ci fu l’incontro con le altre forze politiche di opposizione  mi sembrava giusto partecipare con militanti che ringrazio ancora oggi, ma partecipare all’episodio di ieri significa assumere una certa posizione. Che per me è impossibile. Poi magari cambierà Forza Italia, ma adesso non è opportuno, non se ne può parlare. Io dico che  il nostro alleato naturale è Fratelli d’Italia, ci sono dei distinguo enormi da fare, soprattutto affrancarsi da una certa linea politica. Su Siena allenarsi con Forza Italia è doppiamente impegnativo, bisogna pensarci mille volte. Sono in ottimi rapporti personali con i dirigenti, non attacco le persone, come come è stato fatto con te. E’ un problema politico che non si può risolvere con un’imposizione dall’alto, anzi bisogna ascoltare la città. Ho ascoltato la gente e la gente mi dice di andare da soli, di non fidarsi di nessuno di dare una proposta innovativa. Sono dieci anni che lavoro a proposta per Siena, proposta veramente innovativa. Che resterà nel cassetto perché non posso fornirla per una soluzione che io ho sempre osteggiato”.

L’intervista integrale a Marco Figura all’interno della trasmissione “Di Sabato” di Daniele Magrini, in onda oggi alle 14 su Siena Tv (canali digitali 669-682, streaming www.radiosienatv).

Estra
Lusini Gas
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Siena Bureau
Terre Cablate
Golmar Igiene professionale
Chianti Banca
Centro Farc