Home Sport EMMA VILLAS Emma Villas Aubay Siena trionfa da tre punti su Santa Croce
0

Emma Villas Aubay Siena trionfa da tre punti su Santa Croce

0
0

3-1 nel derby storico contro la Kemas Lamipel Santa Croce

Emma Villas Aubay Siena che torna al PalaEstra per la terza giornata di campionato, torna fra le mura amiche dopo la sconfitta per 3-1 contro la Sarca Italia Chef Centrale Brescia di settimana scorsa. Emma Villas che incontra la prima della classe in un derby infuocato contro la Kemas Lamipel Santa Croce che viene da due positivi 3-0 e ritrovano la squadra biancoblu dopo averla sfidata per due volte nella fase pre-campionato, in quelle occasioni le vittorie erano state entrambe per i ragazzi senesi di Graziosi, ma adesso la storia è diversa con l’Emma Villas Aubay Siena a 2 punti in classifica che sfida la prima della classe a 6 punti.
Il coach biancorosso Alessandro Pagliai schiera il sestetto con Acquarone a palleggiare in linea con l’ex Padura Diaz, schiacciatori il capitano Colli e il brasiliano Krauchuk Esquievel, centrali Larizza e Marra, libero Catania.  Coach Gianluca Graziosi parte con Falaschi a palleggiare, Romanò opposto, laterali  capitan Maruotti e Milan, al centro Zamagni e Gitto, libero Marra.
Parte bene, molto bene l’Emma Villas Aubay Siena con un Milan estremamente preciso in attacco e un Marra volante su tutti i palloni, il primo stacco si segna sul 10-7 quando Santa Croce è costretta a chiedere il primo time-out, ma non cambia la sorta del match, perché l’Emma Villas continua spedita aggredendo pallone dopo pallone fino al termine del set, il cui parziale parla chiaro: 25-15 per i senesi.
Secondo set, a campi invertiti, che parte con gli stessi sestetti, ma subito un 2-0 Emma Villas dopo un attacco di Romanò e un muro di Zamagni. Strappo ulteriore che arriva con il turno positivo al servizio di Zamagni sul 9-4. Altro ulteriore strappo arriva sul 14-6 quando il Coach bianco-rosso Pagliai è costretto a chiamare un altro stop, un altro time-out, ma c’è veramente poco da fare contro un’Emma Villas in questa condizione: Falaschi ovunque alzi il pallone è certo di avere risposte proficue. Arrivano punti da tutte le parti del campo, merito di un Falaschi ispirato che varia molto il gioco e manda in confusione il muro avversario, ci si mette anche la battuta a dare fastidio alla ricezione deficitaria di Santa Croce e arriva così, dopo un errore al servizio di Padura Diaz anche il termine del secondo set: 25-15.
Un terzo set che riparte con gli stessi sestetti, anche Santa Croce conferma in campo il brasiliano Krauchuk, e che vede la squadra avversaria crescere e mettere in seria difficoltà i ricezione i biancoblu, arriva infatti il primo strappo bianco-rosso sul 3-7 dopo azioni lunghe e ricche di scambi. Importante vantaggio di Santa Croce dopo un’azione prolungata che premia gli avversari sull’8-12, momento in cui coach Graziosi dà fiducia a Mariano che lo inserisce al posto di Milan, scelta che sulle prime palle non sorbisce effetto, perché Santa Croce vola sull’8-14 e Graziosi chiama il suo primo time out del set. Break importante che scalda il PalaEstra che arriva sul 12-16 dopo 3 punti consecutivi senesi che obbligano così i pisani a chiedere il time-out. Divario ridotto fino al 20-22, poi alcuni errori di valutazione hanno portato fino al 20-25 gli avversari, allungando così il match almeno per un altro set.
Quarto set che comincia con Milan in campo esattamente come gli altri set ed è equilibrio sin da subito: 2-2.  Padura Diaz che sale in cattedra e tira fuori grandi attacchi facendo la voce grossa e tirando su il pubblico avversario di Santa Corce, +2 sul 11-13 per gli ospiti che si sono decisamente ripresi dopo i primi due set. Quarto set di puro pathos scambi infiniti e serie punto a punto, ma l’Emma Villas sbaglia troppo al servizio e qualche attacco importante e vede ancora la squadra bianco-rossa sul +2: 18-20. Colpo di reni dei ragazzi di casa che portano ancora in parità, sul 21-21, il match in questo infinito set che è una gara anche fuori dal campo con le due tifoserie molto calde. Break fondamentale senese che porta il +1 i ragazzi di Graziosi: 22-21, ma ulteriore e fondamentale break arriva con un muro su Padura Diaz 24-22 e primo match point. Acquarone sbaglia il servizio e regala sul 25-23 la gioia all’Emma Villas Aubay Siena e 3 punti fondamentali per la lunga corsa al campionato.


Lorenzo Agnelli