Il senese va allo stadio? La percentuale sulla popolazione sorprende

Al Franchi, per il solo campionato, 37960 spettatori totali in questa stagione. Media di 2711 persone per ogni match: siamo a circa il 4,86% del totale della popolazione residente nel comune. Per la lega pro, è primato in Toscana

La domanda è precisa: il senese è tifoso? Quanti frequentano più o meno assiduamente il Franchi? Abbiamo provato a fare un’analisi sui numeri ed è chiaro che i risultati stupiscano. Tutto parte dai dati  forniti dal sito ufficiale del Siena, robursiena.it, da tuttoc.com che ha provato a “fare una fotografia” relativa al numero totale degli spettatori negli stadi toscani e dalle informazioni apprese dall’istat.

Subito un precisazione. Dei 37960 spettatori totali che hanno assistito ai match dei ragazzi di Dal Canto in questa stagione una minima percentuale sono da considerare tifosi ospiti. Parliamo di circa il 2,5% (950 persone circa). Per il resto, chi ha scelto di trascorrere due ore del suo tempo osservando il rettangolo verde e i protagonisti in campo , appartiene alla categoria “tifoso di casa”.

Ora proviamo a fare un ragionamento. Se prendessimo i soli tifosi di casa (37.008) ci accorgeremmo che la percentuale del numero medio dei presenti sugli spalti (2643) è circa il 4,86% della popolazione totale della città del Palio (53937 persone). Non male. Miglior dato percentuale toscano con Siena che primeggia anche su squadre con un “bacino” ben più popoloso come Arezzo (99.179 persone totali con una percentuale di presenze del 2% circa) e Pistoiese (90358 persone totali con una percentuale di circa del 1%). Sul podio, seconda la Pianese (4129 persone totali con una percentuale di circa 4,7%). Poi Pontedera, 29233 persone con una percentuale del 2.1%, e  Carrarese con 62285 persone e circa 1,95% di percentuale.

E’ chiaro che si tratta di un ragionamento che ha come premessa “di studio” il fatto che tutti i tifosi del Siena siano residenti in città. E’ altrettanto ovvio che, nella realtà, questo non possa essere vero: ci saranno sicuramente, anche se in numero limitato, persone non residenti in città (esempio studenti) o casi di sostenitori giunti dalla provincia. In questo caso, la percentuale del 4,86% è destinata a scendere. Ma è pur vero che nel numero di popolazione totale abbiamo anche considerato bambini piccoli o persone molto anziane cioè fasce di età che, notoriamente, non sono da “stadio”.

Possiamo dire dunque, con certezza, che il Siena sia una squadra che, a confronto delle altre, si possa definire “più seguita”. Probabilmente, si potrebbe lavorare per incrementare i dati portando, allo stadio, le famiglie. Questa, purtroppo, è un’altra storia: l’emergenza sanitaria, per il momento, ci pone dinnanzi ad altre priorità. Ma le potenzialità la piazza le ha tutte: bisognerà sfruttarle.

Intanto, a proposito di tifosi, una bella notizia: continua la raccolta fondi dei “Fedelissimi” a favore dell’ospedale di Siena. Le donazioni andranno a dare una mano alla lotta contro l’emergenza sanitaria in atto.

Giuseppe Saponaro ([email protected])

Fonte dati sulla popolazione: istat con aggiornamento al 01/01/2019

Errebian
All Clean Sanex
Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due