La Emma Villas Siena vince a porte chiuse contro Mondovì, solitudine anche in classifica

I biancoblu battono Mondovì in un PalaEstra deserto 3-0( 25-13, 25-18, 25-13 )

Il Mikasa non si ferma. Mentre c’è chi fugge dalle zone rosse e i decreti sono sempre più rigidi, il volley maschile di alto livello va avanti e gioca come se niente fosse, a differenza del volley femminile che nel pomeriggio decreta di sospendere il campionato, con squadre già pronte a riscaldarsi. Il clima è paradossale e lo è anche al PalaEstra. Le porte sono chiuse ma i protagonisti ci sono tutti, dal giocatore, all’arbitro al dirigente. E in un palcoscenico così silenzioso si sente tutto (seppure dietro uno schermo, unico modo per seguire live la partita attraverso il servizio garantito dalla Lega volley) , dai richiami del coach, alle chiamate dei giocatori.

Ma Siena non soffre di solitudine e fin dall’inizio mostra la voglia di dire la sua in un campionato senza certezze. E di voglia ce ne è tanta, dopo il prolungato stop causa Coppa Italia e poi Coronavirus. La voglia c’è anche da parte degli avversari ma si vede fin da subito che l’inerzia è nel campo dei padroni di casa. Il primo set scivola velocemente a favore di Romanò e compagni (25-13).

Secondo set più equilibrato 12-12). Milan va a segno e conquista il 17 punto che vale un sorpasso utile per spezzare l’equilibrio (17-16), con lui Siena riprende forza e si stacca da una Mondovì più in partita rispetto al primo set. Romanò prova a chiudere i conti in battuta, ma è Sebastiano Milan a consentire alla Emma villas di prendersi il secondo set sul 25-18.

Siena parte forte (9-2), poi coach Barbiero chiama time out e ristabilisce ordine in campo. Mondovì in ripresa si fa avanti punto dopo punto (11-6), ma Romanò e compagni lasciano poco spazio agli avversari, è suo il 22- 13. Ed è Milan, prima con un colpo di fortuna e un pallone che tocca nastro e fa ace, poi con una pipe e infine con un’altra ace, a prendersi la vittoria del match (25-13).

“Situazione surreale. Bisogna fare i complimenti ai giocatori ed allo staff che nonostante tutto sono riusciti a mantenere la concentrazione sulla gara e a mettere in campo una grande prestazione.

Oggi abbiamo giocato, in linea con quelle che sono state le disposizioni emanate dagli organi preposti, ma credo che sul prosieguo del campionato, anche con le porte chiuse, dovremmo riflettere molto bene e valutare ogni tipo di aspetto, al di fuori dell’ambito sportivo che in questo momento metterei in secondo piano. Fare sport è spettacolo, divertimento, intrattenimento, se questi elementi non possono essere garantiti forse è bene fermarsi in attesa che la situazione generale si ristabilizzi.

Martedì avremo una nuova riunione con i club e con la Legavolley, ritengo che sarà il caso di valutare bene se e come proseguire. Da parte nostra massima disponibilità verso gli organi sportivi per valutare al meglio il da farsi”.

Estra
Lusini Gas
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Centro Farc
Chianti Banca