Le Scoperte alle Pie Disposizioni: Sano, Duccio e i buoni Esecutori senesi

Giovedì 5 agosto rara occasione di visita al museo della Società. E domenica percorso “Fuori” a San Gimignano

Via Roma 71, Le Scoperte alle Pie DisposizioniSiena: varchi un austero portale, e dopo poco ti imbatti in Duccio di Buoninsegna, Dietisalvi di Speme, Sano di Pietro e compagnia affrescante. O quantomeno, nelle loro creazioni. Non molti lo sanno: nella sede della Società di Esecutori di Pie Disposizioni persiste una preziosa collezione d’arte, con opere di grande valore. E giovedì 5 agosto, nel tardo pomeriggio, senesi e visitatori avranno a disposizione una non frequente occasione per ammirarle. “Opere d’arte e Pie disposizioni” è infatti il titolo del prossimo appuntamento con Le Scoperte, la serie di passeggiate guidate nelle sere d’estate e nella storia di Siena curate dalle guide turistiche Federagit Confesercenti di Siena. Dalle ore 18 la narrazione in movimento riguarderà la società fondata quasi mille anni fa per dar corso alle volontà di benefattori senesi. La millenaria storia dell’istituzione prese avvio ben prima del suo primo statuto a noi noto, del 1295. La sua sede attuale è relativamente recente, essendo legata all’attività svolta per lungo tempo dall’ente, di gestione del Manicomio S. Niccolò. Da sempre dedicata all’assistenza dei bisognosi e alla promozione della cultura e dell’arte, la Società è stata gelosa conservatrice delle proprie memorie, ospitate oggi in parte nel Museo adiacente alla chiesa di S. Maria degli Angeli, detta del Santuccio.

OPERE, ASSAGGI E TORRI. La rara occasione di visita sarà completata per l’occasione con un aperitivo tipico, ovvero l’assaggio di produzioni agroalimentari locali allestito negli spazi verdi dei Conservatori Riuniti del Refugio, nell’ambito del progetto Vetrina Toscana di valorizzazione di filiera corta enogastronomica, qualità delle produzioni artigianali e territorio. La successione passeggiata-assaggi sarà seguita anche domenica 8 agosto a San Gimignano, meta prossima delle FuoriScoperte. Qui, dalle ore 10, il percorso di visita muoverà da porta San Giovanni, il più meridionale dei varchi nella cinta muraria della città turrita. Risalendo  verso la piazza della Cisterna, gli “appunti di viaggio” riguarderanno ciò che rimane dell’ antico convento di San Francesco,  l’ arco dei Becci e la sua casa-torre, piazza della Cisterna e le altre preziose peculiarità architettoniche fino alla fortezza di Montestaffoli, il punto più alto della città e primo insediamento della cittadina valdelsana.

SCOPERTE E FUORISCOPERTE: COME PARTECIPARE. Le Scoperte sono patrocinate dall’Assessorato al Turismo del Comune di Siena; Il ritrovo per i partecipanti del 5 agosto è fissato entro le ore 18 in via Roma 71 a Siena.  Quello per le FuoriScoperte alle ore 10 del 8 agosto  a Porta San Giovanni – San Gimignano. La partecipazione avviene su prenotazione (entro le 4 ore precedenti l’evento) tramite l’indirizzo bit.ly/prenotalescoperte  – Altri dettagli via telefono o whatsapp al 334 841 8736 o su facebook e instagram “scoperte”.