L’europa al centro delle “Lezioni” all’Università di Siena

“Un nuovo inizio per l’Europa” è il titolo scelto per il corso di formazione “Lezioni d’Europa 2017”

“Un nuovo inizio per l’Europa” è il titolo scelto per il corso di formazione “Lezioni d’Europa 2017”, che da marzo a giugno, durante gli appuntamenti in calendario, traccerà il quadro storico della costruzione dell’Unione Europea, per arrivare a chiarire come è l’attuale assetto istituzionale, quali sono e come funzionano le rappresentanze territoriali, quali sono le politiche e le priorità e i temi economici. Si tratterà di un percorso attraverso le tematiche emergenti e più attuali che coinvolgono i cittadini europei, con l’obiettivo di una cittadinanza più consapevole e più informata, sui diritti e sui doveri. E proprio per conoscere le opportunità che vengono offerte, gli ultimi due moduli del corso saranno dedicati all’approfondimento dei programmi, dei finanziamenti e delle agevolazioni che sono al servizio dei cittadini, mentre le quattro lezioni finali saranno dedicate all’europrogettazione.

Un tema, quest’ultimo, che riscuote molto interesse sia in chi è coinvolto in istituzioni pubbliche sia in chi fa parte di organizzazioni ed imprese private. Promosso dal centro Europe Direct dell’Università di Siena, in collaborazione con la cattedra Jean Monnet in “Opinione pubblica, mass media e integrazione europea”, il corso, gratuito, si propone a tutti i cittadini interessati, con lezioni tenute da docenti universitari ed esperti di organismi europei. Spiega il professor Daniele Pasquinucci, titolare della cattedra Jean Monnet: “Durante il corso, l’analisi del processo storico che ha condotto all’unificazione europea e dei molti progressi in campo politico, sociale ed economico che quest’ultima ha favorito, insieme all’esame approfondito delle manifestazioni più evidenti dell’attuale euro-crisi (Brexit, collasso di Schengen, diffusione dell’euroscetticismo), sono volti ad offrire ai partecipanti al ciclo di conferenze elementi di conoscenza utili alla formazione di un’opinione equilibrata e consapevole sull’Unione europea. Le posizioni ostili all’Europa, infatti, traggono sicuramente forza da errori e disfunzionalità attribuibili all’UE, ma la critica è alimentata, in misura rilevante, da stereotipi, scarsa conoscenza e consapevoli strumentalizzazioni”. Gli argomenti affrontati saranno i più attuali, come ricorda il professor Massimiliano Montini, docente di Diritto dell’Unione Europea, che terrà alcune lezioni: “Il programma del corso prevede riflessioni su molti temi di attualità connessi a vari aspetti delle priorità di intervento identificate dalla Commissione Europea per i prossimi anni. Verranno approfonditi in particolare spunti che appaiono di particolare importanza in questa fase storica di grande transizione”. Il corso, gratuito, inizierà mercoledì 1 marzo. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione per i singoli moduli o per l’intero percorso, ai fini del riconoscimento della formazione. Sarà possibile sostenere una prova di verifica finale con relativa attestazione. Le lezioni si svolgeranno principalmente al Rettorato (Banchi di Sotto 55) o in altre strutture in città. Alcuni incontri si svolgeranno in collegamento a distanza con la sede di Arezzo, dove da quest’anno è presente uno sportello Europe Direct. Tutte le informazioni e l’accesso all’iscrizione online sono alla pagina http://www.europedirect.unisi.it/lezioni-deuropa/lezioni-deuropa-2017. Lo sportello Europe Direct dell’Università di SIENAfa parte della rete europea dei punti di informazione sull’Unione. Nato nel 2009 grazie a un contributo specifico dell’UE, promuove attività di informazione e formazione sui temi europei, aperte ai cittadini, tra cui anche il ciclo “Lezioni d’Europa”, che giunge quest’anno all’ottava edizione.

Estra
Lusini Gas
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Europa Due
Siena Motori
Siena Bureau
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc