Mossiere, i capitani confermano Ambrosione e vagliano le prime ipotesi per il 2021

Il decano Lorenzini: "Inizieremo a parlare con il Comune di un ipotetico slittamento delle Carriere"

Nonostante l’attuale situazione sanitaria non faccia ben sperare per il 2021, il mondo del Palio si vuole far trovare pronto nell’eventualità che questa estate si possa tornare sul tufo.

E così questo pomeriggio i diciassette capitani si sono ritrovati nella contrada del Bruco per nominare il mossiere che sarà proposto all’amministrazione comunale. Una decisione facile e naturale per i capitani che hanno confermato il mossiere Bartolo Ambrosione, nome già scelto lo scorso anno, quando però non è potuto tornare sul verrocchio. Mossiere di grande esperienza, è tornato a Siena nel 2019 prendendo il posto di Fabio Magni e attualmente è alla sua quindicesima volta in piazza. “Ambrosione è stato molto felice e si è reso disponibile nella speranza di poter quest’anno tornare davvero a Siena”, commenta Marco Antonio Lorenzini, decano dei capitani.

La conferma di Ambrosione è soltanto uno dei passi che stanno facendo le contrade verso questa estate del tutto incerta, a marzo prenderà il via il ricco calendario di corse di addestramento con le previste in programma la settimana precedente. I capitani infatti oggi hanno parlato anche di come gestire i prossimi mesi nell’eventualità di uno slittamento delle carriere. “ Con l’attuale situazione siamo consapevoli che si debba iniziare a parlare dell’eventualità di uno slittamento e di un’ipotetica carriera , non nelle date canoniche”, prosegue il decano.
“Questo soprattutto in vista delle corse di addestramento che si concluderebbero troppo presto, nel caso di una carriera posticipata. Dobbiamo quindi capire come, in caso, poter colmare questo vuoto temporale per i cavalli. Per questo chiederemo un incontro a breve con l’amministrazione comunale, con la quale come sempre abbiamo piena collaborazione”.