Movida notturna, il sindaco di Asciano la vieta con ordinanza

Il sindaco di Asciano vieta la movida notturna

Ha emesso un’ordinanza che non lascia spazio a dubbi: Asciano di notti insonni causa movida non ne vuole proprio sapere. Il sindaco Paolo Bonari ha tutta l’intenzione di usare il pugno di ferro.

Si legge nell’ordinanza: “Ritenuto che la quiete costituisce una condizione necessaria affinchè sia garantita la salute che deve essere tutelata come fondamentale diritto dell’individuo ed interesse della comunità (….), acclarato che assembramenti notturni determinano una fonte di rumore che impedisce il riposo di quanti vicini risiedono (…) specificato che sussiste una responsabilità oggettiva del gestore dell’esercizio e che la qualità di titolare comporta l’assunzione dell’obbligo giuridico di controllare che la frequentazione del locale da parte di clienti non sfoci in condotte contrastanti le norme (….) ordina a tutti i titolari o legali rappresentanti di osservare dalle ore 00,30 alle ore 6 nei giorni feriali e dalle ore 1,3 alle ore 6 nei giorni festivi, l’orario giornaliero di chiusura al pubblico dei propri locali e dei relativi spazi esterni fino al 31 ottobre“.

Vista l’ordinanza il sindaco di Asciano avvisa anche che “dopo l’orario di chiusura i locali dovranno essere sgomberati dagli avventori ivi comprese le pertinenze esterne, e dovrà essere effettuata una ripulitura dell’area circostante”.

L’ordinanza del sindaco di Asciano farà sicuramente discutere anche a Siena, dove i residenti di via Pantaneto reclamano da anni restrizioni agli orari dei locali della via.

LEGGI anche Ordinanza Asciano

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due