Mps anche oggi sospeso da Piazza Affari, la banca conferma: “Servono 8,8 miliardi di aumento”

Mps sospesa in Borsa, fabbisogno di capitale a 8,8 miliardi di euro

Le azioni e altri strumenti finanziari di Banca Mps rimarranno sospese dalle negoziazioni di Piazza Affari anche oggi. Lo ha fatto sapere Borsa Italiana in una nota urgente. Anche venerdì scorso la banca senese era rimasta ferma sul listino. Via libera della Bce alla “ricapitalizzazione precauzionale” di Mps ma il fabbisogno di capitale sale a 8,8 miliardi. Con una nota diffusa nella serata di ieri Mps rende noto di aver ricevuto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze due lettere redatte dalla Bce e indirizzate al ministero che confermano “la sussistenza dei requisiti necessari per accedere alla misura della ‘ricapitalizzazione precauzionale’, in conformita’ alla normativa vigente”. Ma evidenziano anche che “la banca e’ tuttora solvente” ma che “i risultati dello stress test del 2016 hanno infatti registrato uno shortfall, solo nello scenario avverso, nel parametro del CET 1 fully loaded a fine 2018 pari a -2,44%, da mettersi in relazione con una soglia dell’8%; tale shortfall si traduce, secondo la Bce, in un fabbisogno di capitale di 8,8 miliardi, comprensivo di tutte le componenti dei fondi propri cosi’ come previsti dalla normativa vigente”. La banca, conclude la nota, “ha tempestivamente avviato le interlocuzioni con le autorita’ competenti al fine di comprendere le metodologie sottese ai calcoli effettuati dalla Bce”. Nelle lettere la Bce evidenzia anche che “la posizione di liquidita’ della banca ha subito un rapido deterioramento tra il 30 novembre 2016 e il 21 dicembre 2016, come evidenziato dal calo significativo della counterbalancing capacity (da 14,6 miliardi di euro a 8,1 miliardi di euro) e della liquidita’ netta a 1 mese (da 12,1 miliardi di euro, pari al 7,6% del totale delle attivita’, a 7,7 miliardi di euro, pari al 4,78% del totale delle attività”).