Piazzetta Jacopo della Quercia, un emendamento per evitare che diventi un parcheggio

L’impegno richiesto al Sindaco e alla Giunta è finalizzato "a risolvere, seppur parzialmente, le problematiche relative al parcheggio nel terzo di Città"

Passa la mozione presentata oggi in Consiglio comunale da Vanni Griccioli, Massimo Mazzini e Pierluigi Piccini (Per Siena) relativa all’uso a parcheggio di piazzetta Jacopo della Quercia, e arricchita dall’emendamento, a firma del consigliere Maurizio Forzoni (Fratelli d’Italia), che va a sostituire il dispositivo originario.

Come ha detto Mazzini “Oggi non abbiamo avuto riscontri positivi agli impegni presi dall’amministrazione circa la possibilità che quest’area torni a diventare uno spazio di rappresentanza artistico-culturale, piuttosto che un parcheggio disomogeneo di decine e decine di auto”.

Con l’emendamento, l’impegno richiesto al Sindaco e alla Giunta è finalizzato “a risolvere, seppur parzialmente, le problematiche relative al parcheggio nel terzo di Città cercando di soddisfare non solo le esigenze estetiche di un’area che accoglie uno fra gli elementi architettonici più rilevanti della nostra comunità, ma anche gli interessi e le esigenze dei cittadini residenti e della Questura”. Nello specifico “di consentire la sosta ai mezzi di servizio della Questura negli stalli già esistenti o, che verranno individuati in modo da arrecare minor pregiudizio possibile alla fruibilità ed estetica della Piazza, nonché ai residenti in possesso di regolare permesso ZTL solo dalle ore 20 alle 8. Inoltre di adibire, non appena terminati i lavori, l’intera area del cantiere del S. Maria della Scala nel Fosso di Sant’Ansano, a parcheggio pubblico riservato esclusivamente ai residenti. Di adoperarsi con il Presidente della Provincia e con il Prefetto affinché uno o due posti, nel cortile del palazzo della Provincia, vengano assegnati al personale della Questura che lì svolge il servizio di vigilanza, ed infine di dare mandato alla Polizia Municipale affinché vigili sul corretto utilizzo e sulla sosta in Piazzetta Jacopo della Quercia”.