Piccini in difesa dell’ospedale: “AOUS risorsa di prestigio per Siena”. E per la sicurezza una delega specifica

“La sicurezza non si fa con gli slogan”. Delega specifica sulla sicurezza chiesta dalla lista Per Siena nell’accordo di apparentamento

“Nell’ultimo giorno di campagna elettorale sento l’obbligo di tornare su uno dei problemi principali della nostra città: la fase di stallo che riguarda l’Azienda ospedaliera universitaria senese. La situazione di difficoltà è abbastanza generalizzata, in particolare per l’aggiornamento del comparto infrastrutturale e strumentale. L’Amministrazione comunale dovrà affrontare tali aspetti, così da riaffermare nuovamente il valore clinico e scientifico dell’Azienda, tanto nel settore delle eccellenze quanto in quello delle cure primarie. Oltre a ciò riveste un ruolo rilevante la necessità di riallocazione e redistribuzione delle risorse, sia  per la strumentazione che per il personale”.

“Ulteriore, ma non banale aspetto che necessita di un impegno da parte della nuova Amministrazione comunale è il sistema di viabilità ed accesso all’ospedale, ed anche di disponibilità dei parcheggi nelle sue immediate vicinanze. Dovrà essere cura del Comune, attraverso un dialogo con tutti gli i soggetti, sia pubblici che privati interessati, rendere più agevole tanto per l’utenza, quanto per gli operatori, recarsi nella struttura, a partire dai mezzi deputati alla gestione delle patologie”.

“L’Azienda ospedaliera universitaria senese è da sempre un punto di riferimento e di rilievo all’interno del panorama medico-scientifico regionale e nazionale. La sua rilevanza, tanto come elemento cardine del prestigio cittadino, che come risorsa di posti di lavoro, è fondamentale per Siena. È una struttura ad alta specializzazione, di ampio respiro extraterritoriale ma, dall’altro, deve rispondere in maniera adeguata alle necessità primarie della popolazione locale.  In definitiva, l’Azienda è una risorsa ed una fonte di prestigio per Siena, che la città e chi la amministra dovrà da ora in poi tornare a tutelare ed a valorizzare, quale Struttura di rilievo nazionale”.

E sulla sicurezza:

“La sicurezza non si fa con gli slogan. Facile, per il politico di turno o per un candidato sparare su questi temi, giocando sulla paura della gente. Il lavoro quotidiano, in grado di dare risposte efficaci è un’altra cosa. La lista Per Siena ha preteso, nell’accordo di apparentamento, una delega sulla sicurezza. A ciò si aggiungono una specifica formazione della polizia municipale e “chioschi” periferici, ovvero un presidio costante della pubblica amministrazione sul territorio, rivolti ai cittadini. Temi, come abbiamo visto in questi giorni, che sono stati scimmiottati malamente da altri, ma sui quali abbiamo precise competenze.

Per Siena intende iniziare subito a lavorare affinché tornino ad essere sotto controllo i quartieri, i giardini pubblici, le aree di passaggio dei flussi pedonali, i terminal dei bus, i centri commerciali, attraverso le forze dell’ordine. La loro presenza dovrà essere un punto di riferimento per residenti e visitatori, in modo da rispondere immediatamente alle istanze della gente, ascoltare eventuali suggerimenti di cittadini e operatori economici, migliorando così la vita quotidiana dei senesi. Puntiamo a una vivibilità migliore che accresca il valore della città”.

Errebian
Electronic Flare
All Clean Sanex
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due