Presunto abuso di gruppo: esami sui telefoni di indagati e vittima fino a tarda sera

Gli accertamenti affidati alla Guardia di Finanza vanno a caccia di possibili video e foto della presunta violenza. L'esame sullo smartphone della giovane per analizzare chat e messaggi

Presunta violenza sessuale di gruppo su una 20enne a Siena, si protrarranno fino alla mezzanotte gli esami irripetibili sui telefoni di indagati e vittima, affidati da questa mattina alla Guardia di Finanza di Siena. L’acquisizione delle copie forensi è stata disposta dagli inquirenti per cercare eventuali video o foto della violenza denunciata dalla giovane, che ha riferito di aver visto dei flash mentre veniva aggredita al buio. L’esame sullo smartphone della giovane invece andrà a caccia di chat e messaggi utili a ricostruire i rapporti con il calciatore con cui si era appartata prima che sopraggiungessero gli altri tre. Per il giudice che ha firmato le misure cautelari, è ipotizzabile un “agguato premeditato”.