Processo ai contradaioli, parlano i capitani

Nella prossima udienza saranno sentiti gli ispettori di pista e i deputati della festa

Si è tenuta oggi al tribunale di Siena, dinanzi al giudice Ottavio Mosti, la nuova udienza del processo sui fronteggiamenti post Palio dell’agosto 2015, che vede coinvolte le contrade di Montone, Nicchio, Torre e Onda.

Sono stati ascoltati prima 6 testimoni, di cui 4 persone rimaste lesionate per motivi non riferibili ai fronteggiamenti e poi due dei tre capitani convocati, ovvero Paolo Capelli della Torre, e Aldemaro Machetti (all’epoca dei fatti capitano dell’Onda). Stefano Cambiaggi, capitano del Nicchio, non era presente per motivi personali, mentre Francesco Palazzi, capitano del Montone, sarà presumibilmente ascoltato nella prossima udienza. Ai capitani è stato chiesto in particolare come sono stati affrontati i fatti nell’ambito delle loro rispettive contrade.

La prossima udienza si terrà l’11 dicembre. In questa occasione saranno sentiti anche gli ispettori di pista e i deputati della festa. Dei 68 contradaioli imputati, 33 hanno già concluso attraverso il patteggiamento (20) e il rito abbreviato (13); dei 35  elementi rimasti, 2 sono stati assolti, per gli altri 31 è scattato il processo: 7 i contradaioli dell’Onda, difesi dall’avvocato Alessandro Betti, gli 8 del Nicchio difesi da Luigi De Mossi e i 16 del Valdimontone, rappresentati da Fabio Pisillo. Per loro, l’accusa sostenuta dal pubblico ministero Sara Faina, è di rissa aggravata.

 

 

 

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Centro Farc
Chianti Banca