Riccaboni: “Lascio un Ateneo solido che guarda al futuro”

Dal primo novembre entrerà in carica il nuovo rettore Francesco Frati

Il rettore dell’Universita’ di Siena Angelo Riccaboni lascia “un Ateneo solido che guarda al futuro”. Lo ha sottolineato lo stesso Riccaboni stamani nel suo discorso di commiato al termine dei 6 anni di mandato evidenziando come oggi l’università presenti “condizioni finanziarie in linea con il resto degli Atenei italiani, mantiene alti i livelli di qualità’ della didattica, della ricerca e del trasferimento tecnologico, registra una fra le più elevate percentuali di studenti internazionali, e’ rispettata da tutte le istituzioni nazionali e internazionali, ed e’ unanimemente riconosciuta come uno dei principali motori di sviluppo del territorio di riferimento”. Al momento dell’elezione di Riccaboni, nel 2010, l’università di Siena era sull’orlo del commissariamento mentre il rendiconto 2015 e’ stato approvato con un utile di oltre 5 milioni. Nel suo excursus, durante la cerimonia della consegna del tocco ai docenti, il rettore ha ricordato gli anni più  difficili del risanamento, “i sacrifici dell’intera comunità e il grande lavoro svolto che ha consentito di riportare l’Ateneo in una condizione di equilibrio e impegnarsi in investimenti per il futuro”. “Per essere stati, solo poco tempo fa, sull’orlo del baratro finanziario e amministrativo, credo possiamo tutti essere soddisfatti ed orgogliosi” ha poi aggiunto Riccaboni. Dal primo novembre entrerà in carica il nuovo rettore Francesco Frati. 

Estra
Lusini Gas
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Siena Motori
Europa Due
Golmar Igiene professionale
Siena Bureau
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc