Rifiuti, l’assessore Buzzichelli: “Cronoprogramma non rispettato dal gestore: chiedo risposte”

"Noi, come città di Siena, non possiamo essere paragonati a Grosseto e Arezzo, il nostro territorio è diverso, abbiamo spazi diversi" dice l'assessore

La mozione presentata questa mattina in Consiglio Comunale dai consiglieri del gruppo Impegno Civico Siena Carlo Marsiglietti e Federico Minghi ha fatto volgere l’attenzione della città alle problematiche legate ai rifiuti e all’efficienza del servizio di nettezza urbana. Una questione sulla quale la politica cittadina, così come l’opinione pubblica, ha dibattuto molto negli ultimi mesi, e che ha visto al centro l’operato dell’assessore Silvia Buzzichelli.

“Visto che hanno citato altre città che hanno iniziato il piano rifiuti molto prima del comune di Siena, mi chiedo come mai questo piano non è stato appoggiato precedentemente – commenta l’assessore Buzzichelli – Vorrei far presente che il comune di Siena ha attivato un piano con 700 isole ecologiche. Abbiamo delle normative europee che ci impongono di raggiungere percentuali di riciclo del 65% mirate verso il 2023. Era un processo che andava fatto, Siena era diventata la discarica di tutto il territorio circostante, abbiamo dovuto accelerare“.

Alla base ci sarebbero dei problemi con il gestore che, a quanto riferito dall’assessore, riguarderebbero diversi ambiti, tra cui il non rispetto del cronoprogramma concordato. “Voglio una tempistica diversa, voglio attuare un cronoprogramma che venga rispettato – spiega Buzzichelli –  Io chiedo risposte, l’amministrazione si rende disponibile a trovare soluzioni migliorative per la città. Noi, come città di Siena, non possiamo essere paragonati a Grosseto e Arezzo, il nostro territorio è diverso, abbiamo spazi diversi”.