Statalizzazione nidi: lettera a sindaco e assessore firmata da 600 genitori

“Neanche un ipotetico e rilevante buco di bilancio può giustificare il taglio di un servizio primario come quello dell’istruzione”

Continua a far discutere l’ipotetica statalizzazione di nidi e scuole dell’infanzia senesi. Circa 600 genitori delle scuole e degli asili comunali hanno sottoscritto una lettera indirizzata al sindaco De Mossi e all’assessore all’istruzione Clio Biondi Santi:

“Con questa lettera vogliamo esprimere tutta la nostra preoccupazione relativamente alle voci che vedrebbero una prossima statalizzazione, o ancor peggio esternalizzazione, di alcuni asili nido comunali attualmente operanti sul territorio. I nidi e le scuole dell’infanzia rappresentano a Siena una vera e propria eccellenza, un patrimonio non certo da disperdere ma bensì da potenziare. Neanche un ipotetico e rilevante buco di bilancio può giustificare il taglio di un servizio primario come quello dell’istruzione, che permette a numerose famiglie di veder crescere i propri figli in ambienti ormai consolidati e con educatrici la cui professionalità è riconosciuta a tutti i livelli. Significherebbe disperdere inoltre l’esperienza didattica ed educativa che i servizi comunali hanno acquisito negli anni grazie alla scelta di progetti qualificanti. La statalizzazione delle Scuole d’Infanzia e l’esternalizzazione dei nidi potrebbe portare ad una riassegnazione delle sedi agli insegnanti che non terrà certo conto della continuità, uno dei valori educativi da sempre perseguiti nelle scuole e nidi comunali”

“Come genitori, invece, crediamo che questo servizio abbia delle caratteristiche, in termini di progettualità e crescita individuale del bambino, certamente diverse da strutture private e crediamo che continuare ad investire sui bambini, che saranno il futuro della nostra città, sia doveroso da parte di chi è chiamato a gestire la “cosa pubblica”. Siamo certi che questa Amministrazione comunale debba e possa percorrere altre strade per mantenere alterato un servizio che rappresenta un fiore all’occhiello per tutta la nostra comunità”.

Elena Pianigiani

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Siena Motori
Europa Due
Terre Cablate
Siena Bureau
Centro Farc
Chianti Banca