Vismederi Costone torna al PalaOrlandi. Ecco il nuovo medico sociale

La dottoressa Martina Barazzuoli sostituisce Elena Capitani che ha dovuto lasciare per ragioni professionali

La Vismederi Costone è tornata sul parquet del PalaOrlandi per svolgere finalmente le proprie sedute di allenamento al coperto, ma soprattutto al riparo dalle intemperie che nell’ultimo mese hanno imperversato a lungo sul nostro territorio. Gli allenamenti individuali infatti venivano svolti all’aperto, nel vasto posteggio dell’impianto sportivo o nel campino polivalente dello stesso, in località Montarioso, luogo di nome e di fatto, altrimenti non si sarebbe chiamato così.

Nonostante tutto, la pattuglia gialloverde, capeggiata dal sergente Franco Maggiorelli e sotto la supervisione del comandante Francesco Braccagni, ha svolto regolarmente la preparazione fisico-atletica individuale, non con pochi sacrifici, ma con tanta soddisfazione. Si è tornati un po’ indietro negli anni, quando le squadre del Costone si allenavano e disputavano le proprie partite nel campino all’aperto e in cemento del Ricreatorio. Altri tempi, è vero, ma soprattutto altre abitudini. Adesso il tepore interno del Palazzetto invoglia maggiormente a fare attività, ma soprattutto contribuisce a scaldare in breve tempo la muscolatura.

I giocatori della prima squadra, così come tutti i ragazzi del Settore Giovanile, si sono sottoposti in settimana ai tamponi anti-covid, grazie all’intervento della dottoressa Martina Barazzuoli di Vismederi che una volta arrivata al PalaCostone, è stata in pratica sequestrata dai dirigenti i quali le hanno proposto di assumere l’incarico di medico sociale, visto che Elena Capitani per ragioni professionali ha dovuto lasciare l’incarico. Il tempo di dormirci sopra e all’indomani l’intesa tra medico e società era già raggiunta. Classe 1989, laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Siena, Martina Barazzuoli è contradaiola della Chiocciola, cosa molto apprezzata dal preparatore atletico Franco Maggiorelli, anch’egli di San Marco, ma soprattutto è un’appassionata della palla a spicchi da tempi remoti.

Lavora come medico scolastico presso il dipartimento di igiene e prevenzione dell’Usl Toscana sud est e come medico libero professionista, come già detto presso Vismederi, ma il suo impegno più grande e gratificante è essere mamma del piccolo Lorenzo, nato nel marzo del 2020 in piena pandemia e futuro cestista del Costone: questa clausola è stata inserita nel contratto. A parte le battute, Martina si è messa da subito a disposizione della Società, trovando un ambiente che l’ha saputa accogliere con la massima fiducia. Gli allenamenti della prima squadra proseguiranno a pieno regime la prossima settimana, con ben 5 sedute serali dove verranno alternati esercizi fisici con l’uso del pallone, il tutto nelle regole previste dai protocolli vigenti.