Zanardi, depositata la perizia che farà luce sulle cause dell’incidente

Gli esiti dell'attesa perizia sono stati consegnati entro il termine previsto ai magistrati

E’ stata depositata telematicamente oggi in Procura di Siena, entro i 60 giorni stabiliti, la perizia sull’incidente di Alex Zanardi affidata dai magistrati titolari del fascicolo al consulente Dario Vangi, docente dell’Università di Firenze e massimo esperto di infortunistica stradale.

Gli esiti dell’accertamento peritale, effettuato a metà luglio, permetteranno di ricostruire la dinamica del drammatico sinistro che ha coinvolto sulla Sp146 il campione paralimpico bolognese lo scorso 19 giugno a Pienza, durante la staffetta “Obiettivo Tricolore”. Verrà stabilito se si è trattato di un errore umano o è sopraggiunto un guasto meccanico all’handbike che ha portato Zanardi a perdere il controllo ed invadere la corsia dove marciava il tir contro il quale si è scontrato.

La perizia di Vangi sul mezzo e sulla strada teatro dell’incidente si avvarrà anche delle risultanze delle indagine tecniche esperite sia dal perito di parte del camionista finito sotto indagine, Mattia Strangi, che dal tecnico – Giorgio Cavallin – nominato dalla famiglia del campione, attualmente ricoverato al San Raffaele di Milano.

C.C