Castelnuovo, Lorenzo Rosso interviene sulla situazione della scuola Papini

Pubblichiamo la nota di Lorenzo Rosso (centrodestra) 
 
Lunedi prossimo i ragazzi della scuola Media “Papini” di Castelnuovo avranno una brutta sorpresa.
Non solo inizieranno l’anno scolastico in palestra o al museo, per far si che i lavori siano terminati,  ma si prospettano per loro due anni di lezioni da
seguire in dei “moduli prefabbricati” che già i genitori ed i cittdini del comune capoluogo chiamano “container”.
Hanno infatti tutte la fattezze esteriori di container con porte e finestre, i cosiddetti “moduli prefabbricati” posizionati sullo sterro di
quello che era il parcheggio della scuola elementare “Mazzei” che si trova a fianco.
“Una vicenda gestita malissimo dalla giunta piddina di Nepi. Incredibilmente male” tuona Lorenzo Rosso, già candidato a Sindaco per il Centrodestra
ed attuale Presidente della Commissione di Controllo del Comune.
“Abbiamo iniziato in Commissione l’iter dei controlli sugli atti e la settimana prossima, chiuso il cantiere, faremo le verifiche sul luogo. Ma già posso dire
che la vicenda non mi piace. La spesa di oltre 200mila euro di soldi pubblici per due anni di affitto di tali manufatti, più la sistemazione a verde esterna, che per adesso neppure si vede
ad un giorno dall’apertura delle scuole, poteva benisimo essere evitata.
Con meno denari pubblici si poteva infatti riadattare la vecchia ma dignitosa ed elegante scuola elementare “Mazzei”, di proprietà del Comune, posta proprio nel centro del Capoluogo
in Piazza della Citerna, evitando di far trasferire i nostri ragazzi in quegli orrendi moduli appoggiati sul terreno a sterro.
Poi, una volta terminati i lavori dell’ammodernamento della media  “Papini”, vi potevano benissimo essere riassunti in quella struttura di Piazza della Citerna tutti gli Uffici Comunali oggi sparsi in altri edifici. Bastava e basterebbe avere un minimo di lungimiranza amministrativa”- prosegue Rosso.
“Peraltro questi “moduli” sono allocati in quello che era il parcheggio auto della scuola elementare posta a fianco, con il bel risultato di un inevitabile caos nel trovare un posto auto per quei genitori che volessero accompagnare a scuola i propri figli o attenderli all’uscita. Dove parcheggeranno? Sulla strada?
Ho votato naturalemnte contro, in Consiglio Comunale e sto ricevendo le tante lamentele dei genitori dei ragazzi, che poco e tardi hanno saputo di tutto ciò.
Valuteremo nei prossimi giorni quanto possibile a questo punto fare per risolvere questa vera e propea emergenza che poiteva essere evitata”- conclude il leader dell’opposizione al
Comune di Castelnuovo.
Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due