“I fiati all’opera”, il Quintetto a fiati dell’Orchestra della Toscana al Complesso monumentale di Abbadia Isola

Accompagnati dall’attore fiorentino Alessandro Riccio, il quintetto spazierà attraverso le musiche dei grandi compositori del Settecento e dell’Ottocento

Si continua con la rassegna di prosa e musica promossa dal Comune di Monteriggioni insieme alla Fondazione Toscana Spettacolo Onlus che si svolge presso il Complesso monumentale di Abbadia Isola. Il prossimo appuntamento programmato per venerdì 24 novembre alle ore 21.15 si intitolerà “I fiati all’opera” e sarà un viaggio musicale fra le più belle pagine del repertorio operistico del passato, trascritte per il Quintetto a fiati dell’Orchestra della Toscana e raccontate in modo inusuale dall’attore, regista e drammaturgo fiorentino Alessandro Riccio.

Il repertorio si snoderà attraverso le musiche dei grandi compositori del Settecento e dell’Ottocento: da Wolfgang Amadeus Mozart a Gioachino Rossini fino a Georges Bizet e Giacomo Puccini. Ad accompagnare la prosa dell’attore trasformista Riccio saranno i solisti Fabio Fabbrizzi al flauto; Alessio Galiazzo all’oboe; Marco Ortolani al clarinetto; Andrea Albori al corno e Umberto Codecà al fagotto.